Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Europa League: Roma agli Ottavi, Feyenoord eliminato ai calci di rigore FOTO

Europa League: Roma agli Ottavi, Feyenoord eliminato ai calci di rigore FOTO

Il portiere Svilar eroe della serata. La partita all'Olimpico terminata 1-1 come all'andata in Olanda

ROMA, 23 febbraio 2024, 00:11

Redazione ANSA

ANSACheck

Il tecnico della Roma, Daniele De Rossi - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il tecnico della Roma, Daniele De Rossi -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Il tecnico della Roma, Daniele De Rossi - RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma agli Ottavi di Europa League. Feyenoord eliminato 5-3 ai calci di rigore LA CRONACA 

 

GOL

Al 15' ROMA-Feyenoord 1-1 - Gol di Pellegrini. Il capitano giallorosso riceve palla da El Shaarawy e con un fantastico tiro di destro dal limite dell'area trafigge Wellenreuther.

Al 5' Roma-FEYENOORD 0-1 - Rete di Gimenez. Cross rasoterra di Hartman, El Shaarawy anticipa Nieuwkoop, il pallone sbatte sulla spalla di Gimenez e termina in rete. 

 

Roma-Feyenoord

RISULTATI

CALENDARIO

La Roma scaccia i fantasmi dal dischetto della finalissima di Budapest contro il Siviglia e si qualifica agli ottavi di finale di Europa League battendo ancora una volta il Feyenoord - avversario oramai annuale per i giallorossi - ma stavolta solo grazie ai calci di rigore. Il tutto grazie ad un super Svilar eroe della serata ed al penalty decisivo segnato da Zalewski. Nei primi 90' la partita era terminata sull'1-1, come all'andata: punteggio maturato nel primo quarto d'ora del match con l'eurogol di un super Pellegrini andato a pareggiare la rocambolesca rete di spalla di Gimenez a cinque minuti dal fischio di avvio. Nei tempi supplementari vince la paura con entrambe le squadre che ci provano (occasionissima di Lukaku al 120') senza forzare troppo e senza risultato.

Roma-Feyenoord

Nell'undici scelto da De Rossi nessuna sorpresa con la conferma di Svilar in porta e Spinazzola come terzino sinistro. In avanti, sarà El Shaarawy a completare il tridente con Lukaku e Dybala. Rispetto alla sfida di andata Slot recupera Geertruda, Timber e dal primo minuto Giménez, il Feyenoord gioca quasi in formazione tipo, ad eccezione del portiere Wellenreuther, che sostituisce l'indisponibile Bijlow. In un Olimpico da quasi 70.000 mila spettatori, avvio in salita per la Roma, al primo affondo gli olandesi vanno in vantaggio grazie a un buco di Karsdorp e ad una azione rocambolesca: Cristante scivola e perde palla a metà campo facendo ripartire l'azione sulla sinistra degli olandesi, con Hartman che crossa basso in area, Nieuwkoop sbaglia completamente il tiro colpendo però sulla spalla Giménez con la palla che si infila beffardamente in rete.

Roma-Feyenoord

Andata sotto la Roma si riversa nell'area del Feyenoord ma rischia in contropiede di subire subito lo 0-2 e solo un grande intervento di Svilar salva la squadra di De Rossi. Pochi minuti ed un sempre più ritrovato capitan Pellegrini riporta in parità i suoi con un eurogol: El Shaarawy se ne va sulla destra e scarica al limite dell'area per il capitano giallorosso, stop e destro a giro sul secondo palo che si infila proprio sotto al sette alla sinistra di Wellenreuther. Sull'1-1 la partita diventa piu' intensa con capovolgimenti di fronte continui e la Roma ad un passo dal vantaggio di testa di Cristante, servito da un cross capolavoro di Pellegrini. Da qui in poi i giallorossi sono sempre più padroni del campo andando più vicini al 2-1 spinti dalla serata di grazie del loro capitano. I giallorossi ci provano fino alla fine del primo tempo ma il risultato resta in parità. Parte il secondo tempo e si vede un Dybala più ispirato e subito vicino al gol con una bella girata dal limite.

Il tecnico della Roma, De Rossi

Passano i minuti e la paura di sbagliare prende il sopravvento con la Roma sempre più viva rispetto a Feyenoord soprattutto grazie alle azioni di El Shaarawy. Quando mancano poco più di venti minuti al termine dei '90 arriva il primo cambio per i giallorossi: sulla fascia destra dentro Celik al posto di uno esausto Karsdorp. Poco dopo chiede il cambio Pellegrini sostituito da Aouar, poi si fa male Llorente, portato via in barella dopo una brutta botta alla testa, e torna in campo N'Dicka fresco vincitore della Coppa d'Africa. Nel finale buona occasione per Lukaku che si scontra sul 'muro' Wellenreuther. Sono sei i minuti di recupero, ma il match non si sblocca e si va ai supplementari. Nell'overtime la partita resta in equilibrio: De Rossi prima lancia Zalewski per El Shaarawy e poi si gioca la carta Baldanzi al posto di Dybala e Angelino per Spinazzola. Super occasione finale per Lukaku, ma niente il risultato non si sblocca e si va ai calci di rigore. Dagli undici metri segna Paredes, sbaglia Lukaku, poi rimedia Svilar su Hancko e Jahanbakhsh. Infine Aour e Hartman segnano e il rigore di Zalewski porta la Roma agli ottavi di finale per la festa di un Olimpico ancora una volta strapieno

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza