Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Atletica: mondiali indoor; crampi per Iapichino, 7/a nel lungo

Atletica: mondiali indoor; crampi per Iapichino, 7/a nel lungo

Azzurra "non ci voleva ma voglio uscire col sorriso. Mi rifarò"

ROMA, 03 marzo 2024, 22:10

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Niente da fare per Larissa Iapichino nella finale del salto in lungo ai Mondiali indoor di atletica leggera che si chiudono questa sera a Glasgow. L'azzurra non ha mai trovato il ritmo giusto, chiudendo al settimo posto con la misura di 6.69. L'oro è stato vinto dalla statunitense Tara Davis-Woodhall con 7.07, l'argento è andato alla connazionale Monaè Nichols (6.85) e il bronzo alla spagnola Fatima Diame (6.78).
    "Ho sofferto di crampi, probabilmente ho sentito la tensione e mi dispiace molto. Potevano venire in un altro momento - ha commentato l'atleta italiana -. Ho lasciato tanto nei salti, evitando di fare dei nulli e considerato tutto non ne ho fatti di brutti. Ma voglio uscire col sorriso da questi Mondiali e io sono una che non molla e ci riproverò sempre". "Ora - ha proseguito ai microfoni della Rai - guardiamo alle gare all'aperto e spero intanto agli Europei di giugno a Roma di fare decisamente meglio di oggi davanti al pubblico di casa".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza