/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Moto: Aprilia nella storia, Espargarò vince in Argentina

Moto

Moto: Aprilia nella storia, Espargarò vince in Argentina

Primo successo casa Noale nella classe regina. Seconda la Ducati

ROMA, 03 aprile 2022, 20:45

Redazione ANSA

ANSACheck

Motogp: Aleix Espargaro vince in Argentina © ANSA/EPA

Motogp: Aleix Espargaro vince in Argentina © ANSA/EPA
Motogp: Aleix Espargaro vince in Argentina © ANSA/EPA

 Da Termas de Rio Hondo, in Argentina, arriva la prima storica vittoria per l'Aprilia nella MotoGP. La firma Aleix Espargaró, spagnolo che stabilisce anche un altro primato. E' il pilota che impiegato più gran premi, nella classe regina, prima di cogliere la vittoria. Ce ne sono voluti duecento, numero tondo che 'straccia' il precedente, e particolare, record, le 125 gare di Danilo Petrucci. ORDINE DI ARRIVO E CLASSIFICA

Intanto Aleix Espargarò si porta anche al comando della classifica del Mondiale, Ma il Gp d'Argentina è stato soprattutto il trionfo dei piloti spagnoli e delle moto italiane., perchè dietro all'Aprilia si è piazzata la Ducati Pramac di Jorge Martin, come dire Veneto batte Emilia Romagna. Sul podio e anche ai piedi dello stesso è stata invece una sfilata di driver provenienti dalla Spagna, perché dietro ai primi due sono arrivati Rins e Mir. Poi il migliore degli italiani, 'Pecco' Bagnaia. Nei Top 10 anche Bezzecchi (nono) e Bastianini (decimo), subito dietro al campione del mondo Quartararo. Tornando ai mezzi e non a chi li guida, l'Aprilia è la sesta casa italiana a vincere un gran premio della classe regina del Motomondiale. La MV Augusta rimane irraggiungibile con i suoi 149 primi posti, poi ci sono i 59 della Ducati, i 35 della Gilera e i tre di Moto Guzzi e Cagiva.

Oggi negli ultimi dieci giri i due spagnoli in sella alle italiane hanno dato spettacolo, duellando tra staccate e tentativi di sorpasso. Quello buono a Espargarò è riuscito a cinque tornare dalla fine, quando è riuscito a sopravanzare il madrileno della Ducati Pramac e poi non ha più mollato il primo posto. Per lui quindi, in questo fine settimana, è stato hat trick: pole, vittoria e giro più veloce. "Sono strafelice - le parole del vincitore -. E' stata una gara speciale, la mia numero 200 in top.-class. Tutto era pronto, io sono stato forte, avevo il passo, ma la pressione era doppia, tutti dicevano che sarebbe stato facile, invece non è stato così". In lacrime l'ad di Aprilia Racing, Massimo Rivola : "è una vittoria arrivata prima del previsto. Sono contento per tutti, è bellissimo".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza