/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Motogp: doppietta Ducati a Le Mans, vince Bastianini

++ MotoGp

Motogp: doppietta Ducati a Le Mans, vince Bastianini

Bagnaia cade mentre era in testa alla corsa: addio vittoria

ROMA, 15 maggio 2022, 14:47

Redazione ANSA

ANSACheck

Enea Bastianini © ANSA/EPA

Enea Bastianini © ANSA/EPA
Enea Bastianini © ANSA/EPA

Enea Bastianini mette la firma nel Gp di Francia, disputato sulla mitica pista di Le Mans, conquistando la terza vittoria stagionale nella Classe MotoGp. Il pilota di Rimini si è imposto con il tempo di 41'34"613, in sella a una Ducati del team Gresini. Bastianini ha trionfato dopo un bel testa a testa con Francesco Bagnaia, che si è concluso con la caduta di quest'ultimo, precedendo sul traguardo l'australiano Jack Miller, a 02"718. Chi esce a pezzi dal Gp di Francia è proprio Bagnaia, finito a terra alla curva numero 14 del 22/o giro e costretto ad abbandonare ogni sogno di gloria. La caduta odierna può anche incidere, pesantemente e negativamente, nella corsa al Mondiale. Per il torinese è stato un giorno da dimenticare, dopo un duello a suon di sorpassi con Bastianini. Per la Ducati si tratta della 62/a vittoria nella classe regina, 4 delle quali conquistate nelle prime prove di quest'anno: era successo solo nel 2007, con Casey Stoner alla guida della moto. Bastianini, dopo il trionfo odierno, è divenuto il primo italiano a conquistare 3 vittorie nelle prime 7 gare di campionato dal 2009: quell'anno ci riuscì Valentino Rossi, in occasione dell'ultimo titolo mondiale della carriera.

"Sono davvero contento per questa gara, è una vittoria inattesa, è stato un week-end complicato, con qualche caduta. In gara, però, avevo un passo molto buono: quando ho visto Bagnaia vicino a me, ho capito che inizialmente dovevo restare indietro, per poi provare a superarlo, in modo da farlo innervosire un po'. Alla fine sono riuscito a vincere grazie anche al lavoro del mio team", le parole di Bastianini, ai microfoni di Sky. Sul gradino più basso del podio è salito lo spagnolo Aleix Espargarò: per lui è il 6/o piazzamento nella MotoGp, il quarto ottenuto in questa stagione agonistica, il terzo consecutivo. Il campione iridato in carica, Fabio Quartararo, è invece rimasto ai piedi del podio, con un ritardo di 04"288 da Bastianini. Sesto, ma a 15"155, il pluridecorato spagnolo Marc Marquez. Bastianini torna così prepotentemente in corsa per il Mondiale, portandosi a 8 punti dal leader Quartararo e a 4 dal vice Espargarò. Nella Moto 2 si è imposto lo spagnolo Augusto Fernandez (KTM Red Bull), davanti al connazionale Aron Canet (Flexbox HP40) e al thailandese Somkiat Chantra (Idemitsu Honda Team Asia). Celestino Vietti, che nel finale di gara è riuscito a recuperare qualche punto prezioso per il Mondiale, si è classificato all'ottavo posto. Per Fernandez, che non vinceva da 3 anni, è la quarta vittoria nella Moto 2. Il successo odierno gli ha permesso di eguagliare Maverick Viñales, Mika Kallio e Alex Rins al 19/o posto di tutti i tempi nella Classe di mezzo. Nella Moto 3, il più veloce si è rivelato Jaume Masiá (KTM): lo spagnolo ha preceduto sul traguardo il giapponese Ayumu Sasaki e il connazionale Izan Guevara. Quarto l'italiano Dennis Foggia. Per Masià si tratta della sesta vittoria nella Moto 3. Sergio Garcia è sempre in vetta alla classifica mondiale, con 112, davanti a Foggia (95) e Masia (95).
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza