Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: nuovo piano per il trattamento dei rifiuti urbani

Per migliorare smistamento e riciclaggio dei rifiuti domestici

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 14 MAG - La Cina intende migliorare lo smistamento e il riciclaggio dei rifiuti domestici nelle aree urbane nel corso dei prossimi cinque anni e a tal proposito le autorità hanno fissato obiettivi specifici per il relativo trattamento nel periodo 2021-2025.
    Il Paese mira infatti ad aumentare il tasso di riciclaggio dei rifiuti domestici urbani a circa il 60% entro la fine del 2025, come attesta un piano rilasciato congiuntamente dalla Commissione Nazionale per lo Sviluppo e la Riforma e dal Ministero degli Alloggi e dello Sviluppo Urbano-Rurale.
    Secondo quest'ultimo entro la fine del 2025 la capacità della Cina per lo smistamento, la raccolta e il trasporto dei rifiuti domestici dovrebbe raggiungere circa le 700.000 tonnellate al giorno mentre la capacità di trattamento del Paese in merito a quelli urbani, attraverso l'incenerimento, sarà di 800.000 tonnellate al giorno.
    Nel frattempo, le città a livello di prefettura e i comuni nelle suddivisioni tra cui Pechino-Tianjin-Hebei e le aree vicine, il delta del fiume Yangtze e la Guangdong-Hong Kong-Macao Greater Bay Area vedranno la differenziazione dei rifiuti domestici e la designazione di sistemi di trattamento.
    Sarà regolamentata anche la costruzione di strutture di discarica e miglioreranno le strutture di utilizzo delle risorse dei materiali riciclabili.
    Si lavorerà anche per rafforzare lo smistamento e il trattamento dei rifiuti pericolosi e per aumentare le capacità di evitare gli inquinamenti secondari. Il documento pone inoltre enfasi sulla ricerca e sullo sviluppo di tecnologie chiave, incoraggiando il co-trattamento dei rifiuti domestici e migliorando il monitoraggio e la supervisione dell'intero processo di lavorazione. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie