Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In corso il maggiore esodo di cubani della rivoluzione del '59

In corso il maggiore esodo di cubani della rivoluzione del '59

In appena due anni il 5% della popolazione emigrato negli Usa

AVANA, 02 marzo 2024, 21:10

Redazione ANSA

ANSACheck
© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

© ANSA/EPA

La crisi economica, la mancanza di cibo e l'incertezza sul futuro del Paese stanno spingendo un numero sempre maggiore di cubani a emigrare all'estero, generando quello che viene già considerato il più grande esodo dalla rivoluzione castrista del 1959. Lo rivelano i numeri ufficiali del governo degli Stati Uniti - principale meta di esuli cubani - secondo cui tra il 2022 e il 2023 almeno 533.000 persone hanno lasciato l'isola per gli Usa, pari a circa il 5% della popolazione di 11 milioni di abitanti. A questi vanno aggiunti 37.000 cubani che tra il 2022 e il 2023 hanno chiesto rifugio in Messico e i 22.000 che hanno scelto l'Uruguay. Dopo l'abolizione del visto per i cubani, il Nicaragua è diventato una meta molto ricercata, tuttavia non esistono dati ufficiali sul numero di migranti accolti da Managua. La maggior parte di coloro che se ne vanno sono in età lavorativa, creando ulteriori squilibri sociali in patria dove il governo cubano affronta una gravissima crisi economica caratterizzata dalla contrazione del Pil, diminuito tra l'1 e il 2% nel 2023, inflazione al 30% annuo, carenza di combustibili - dovuta al crollo degli invii da parte di alleati storici come Venezuela e Russia - e carenza di cibo che ha già portato al razionamento alimentare e alla richiesta di aiuti al Programma alimentare mondiale (Pam) dell'Onu.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza