Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il 54% di aziende It fatica a trovare personale con competenze

Il 54% di aziende It fatica a trovare personale con competenze

Analisi di Gi Group e Politecnico di Milano

ROMA, 19 febbraio 2024, 16:19

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il 54,6% delle aziende It in Italia fatica a trovare personale con competenze digitali avanzate: è quanto emerge emergono dal report It Global Hr Trends realizzato da Gi Group Holding in collaborazione con il Politecnico di Milano e la società di data intelligence Intwig Data Management.
    La ricerca, condotta in 13 Paesi - Brasile, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti - ha messo in luce i principali trend delle risorse umane nelle aziende del settore It in una fase in cui l'innovazione e lo sviluppo tecnologico stanno trasformando i modelli lavorativi e di business. A fronte di una media globale del 47,3%, la percentuale tocca quota 60,6% in India. Vicini a noi Spagna (52,9%), Francia (51,2%) e Germania (50,6%). Minori difficoltà di reperimento in Polonia, Turchia e Portogallo, dove il fenomeno accomuna comunque oltre un'azienda su tre (rispettivamente il 37,6%, 33,6% e 38,8%).
    Nella ricerca di lavoro, i fattori che i candidati al settore considerano prioritari sono la retribuzione (49%), un adeguato work-life balance (31,2%) e la possibilità di ricoprire ruoli che non comportino un elevato livello di stress (21,1%).
    Priorità confermate anche in Italia, dove il 60% sottolinea il fattore retributivo, il 32% la conciliazione del proprio lavoro con la vita privata e il 24% mette l'accento sul contenimento dello stress. Per un lavoratore su quattro (il 25,3% a livello globale, il 24% in Italia) un importante fattore d'attrattività sono anche le opportunità di avanzamento di carriera e crescita professionale che l'azienda può offrire.
    Da Gi Group spiegano che "oggi tra le priorità dei professionisti It si osserva un'esigenza crescente di equilibrio tra vita professionale e personale, così come di far parte di un'azienda attenta al benessere dei dipendenti e di accedere a opportunità di formazione continua, particolarmente importante data la rapida evoluzione delle tecnologie".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza