Economia

Cfe finance:no svalutazione investimento in crediti sanitari

Società, noi solo strutturato veicolo e investitori junior

(ANSA) - ROMA, 16 SET - Cfe Finance non effettuerà alcuna svalutazione del proprio investimento nelle tranche dei crediti sanitari cartolarizzati in cui ha investito Banca Generali. E' quanto si legge in una nota con riferimento alla notizia rilanciata oggi circa l'accantonamento prudenziale da 80 milioni di euro effettuato da Banca Generali e relativo a investimenti in titoli di cartolarizzazioni di crediti sanitari, peraltro annunciato dalla banca un mese e mezzo fa. CFE chiarisce che il proprio ruolo nell'operazione è stato quello di strutturare il veicolo di cartolarizzazione (ovvero di arranger) e di investitore nelle tranche junior e mezzanina emesse dal veicolo stesso.
    "Né il portafoglio di titoli né tantomeno gli asset sottostanti sono stati originati, organizzati o gestiti dalla società" aggiunge Cfe che sottolinea come "in qualità di investitore nelle suddette tranche, subirebbe per primo ogni possibile diminuzione nel valore dei titoli cartolarizzati".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia




        Modifica consenso Cookie