Economia

Pmi: Bce, in Francia e Italia l'uso maggiore dei sostegni

Oltre il 70% delle imprese. Spagna sotto il 50%

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - In Francia e Italia le piccole e medie imprese hanno fatto ricorso in percentuale maggiori degli aiuti pubblici per affrontare lo shock economico della pandemia, con percentuali rispettivamente di quasi l'80% del totale delle imprese e di oltre il 70%. Mentre Germania e Spagna si fermano, rispettivamente, a poco più del 55% e a meno del 50% delle imprese.
    E' quanto risulta da uno studio sull'impatto delle misure di sostegno di bilancio alle imprese, pubblicato dalla Bce in anticipo rispetto al bollettino economico.
    Complessivamente - scrive il documento - "i due terzi delle imprese hanno fatto uso di almeno una forma di sostegno del Governo introdotta in risposta alla pandemia; circa il 55% delle imprese di grandi dimensioni e il 48% delle pmi dell'area euro ha utilizzato gli aiuti a sostegno dei salari; circa il 28% delle grandi imprese e il 25% delle pmi ha goduto di riduzioni e moratorie fiscali; e circa il 24% delle grandi imprese, contro il 32% delle pmi, ha utilizzato altri meccanismi di aiuto del governo". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      BANCA IFIS



      Modifica consenso Cookie