Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Combs di nuovo accusato di molestie, stavolta da un uomo

Combs di nuovo accusato di molestie, stavolta da un uomo

È la quinta causa in quattro mesi contro il tycoon dell'hip-hop

NEW YORK, 27 febbraio 2024, 16:20

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

L'impresario musicale Sean Combs è stato denunciato per molestie sessuali da un producer che lo accusa di averlo aggredito e costretto a fare sesso con prostitute.
    Rodney 'Lil Rod' Jones accusa Combs, che ha 54 anni e si fa chiamare anche Puff Daddy o Diddy, di avergli messo le mani addosso mentre lavorava con lui per il suo ultimo album. È la quinta azione legale negli ultimi quattro mesi contro il tycoon dell'hip-hop che ha replicato attraverso un avvocato: "È tutta una fiction. Abbiamo le prove che si tratta soltanto di menzogne".
    Secondo i documenti allegati alla causa in cui sono in gioco 30 milioni di dollari, Jones afferma di aver abitato e viaggiato con Combs tra settembre 2022 e novembre 2023. L'uomo sostiene di essere stato drogato e "ricorda di essersi svegliato nudo in stato confusionale a letto con il musicista e due prostitute".
    Allegate all'azione legale sono foto di feste a casa del rapper che mostrerebbero ragazze minorenni e prostitute sotto l'effetto di stupefacenti.
    Coinvolti nella causa sono il figlio di Combs, Justin, la sua capo di gabinetto Kristina Khorram e executive di Universal Music e Motown.
    L'azione legale fa seguito al patteggiamento in novembre tra Combs e la cantante R&B Cassie (vero nome Casandra Ventura), la sua ex compagna per oltre un decennio, dopo le accuse di lei di coercizione sessuale, violenze e stupro. Per l'impresario il risarcimento aveva chiuso il caso legale, ma il danno sostanziale alla sua reputazione e alla sua legacy era già emerso con il ritorno a galla di vecchie accuse di violenza: per altre tre di queste il rapper è stato portato in tribunale.
    Negli anni '90, lavorando con star come Notorious B.I.G. e Mary J. Blige per la sua etichetta Bad Boy Records, Combs è stato il motore per la commercializzazione dell'hip-hop.
    L'impresario è ricchissimo, con una fortuna stimata a un miliardo di dollari e guadagni annuali, secondo Forbes, di 90 milioni, ma a causa delle azioni legali si è dimesso da Revolt, la rete televisiva musicale da lui fondata nel 2013.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza