Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. Ragazzi
  5. Un finto Zelensky beffa la Rowling, reciterei in Harry Potter

Un finto Zelensky beffa la Rowling, reciterei in Harry Potter

Video burla della coppia di comici russi. Scrittrice, sgradevole

LONDRA - Nuova registrazione beffa dei controversi comici e conduttori radiofonici russi Vovan e Lexus.
    I due - già capaci di burlarsi in passato di diverse celebrità ed esponenti politici occidentali - questa volta hanno messo in imbarazzo la scrittrice britannica J K Rowling, spacciandosi per il leader ucraino Volodymr Zelensky in una chiamata zoom durante la quale la madre di Harry Potter si è mostrata disponibile non solo a iniziative di solidarietà verso Kiev, ma anche a prendere in considerazione richieste surreali avanzate dallo pseudo-presidente.
    La coppia comica ha diffuso un video della chiamata, in cui non manca qua e là qualche espressione sorpresa di Rowling.
    Video che peraltro lo staff della scrittrice ha denunciato online come "manipolato"; non senza bollare lo 'scherzo' come "sgradevole" sullo sfondo della guerra in atto. Nel corso della conversazione il finto Zelensky punta il dito contro la cicatrice a forma di fulmine sulla fronte di Harry Potter, sostenendo che rischia ora d'essere confusa con la famigerata Z, simbolo delle forze d'invasione di Vladimir Putin; e arrivando a chiedere alla scrittrice di farlo modificare con un segno che riproduca il tridente nazionale ucraino, non senza offrirsi nel caso nella sua veste di ex attore per un ruolo in un prossimo ipotetico film della saga del mago occhialuto.
    Fra gli altri momenti stravaganti, non manca una qualche presa di distanza del falso Zelensky dal premier britannico Boris Johnson (con un "preferisco Tony Blair" che la scrittrice, ostile ai Tory e sostenitrice in passato del Labour, mostra di apprezzare): quello stesso Johnson elogiato invece di recente dal vero presidente come "il miglior amico dell'Ucraina". Oltre a una provocazione buttata lì sul possibile orientamento "omosessuale" di personaggi 'potteriani' e su loro ipotetici rapporti con i "transgender": categoria con i cui attivisti la Rowling è entrata tempo fa in polemica da posizioni femministe identitarie. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie