Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dottorato honoris causa in scienze cognitive a Bellocchio

Dottorato honoris causa in scienze cognitive a Bellocchio

Conferita al regista dall'università si Messina

MESSINA, 07 dicembre 2023, 19:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Non ho più l'età per perdere la testa, ma sono estremamente felice". Lo ha detto Marco Bellocchio che ha ricevuto il dottorato honoris causa in Scienze Cognitive, "Teorie e tecnologie sociali, territoriali, dei media e delle arti performative", nell'Aula Magna dell'Università degli studi di Messina. Ad insignire del dottorato il regista, sceneggiatore e produttore è stata tutta la comunità accademica.
    Orgogliosi di accoglierlo come membro dell'Università di Messina sono i professori Alessandra Falzone, Coordinatrice del Dottorato in Scienze Cognitive; Carmelo Maria Porto, direttore del dipartimento di Scienze Cognitive; il prorettore vicario Eugenio Cucinotta; il direttore generale Francesco Bonanno; il decano Antonio Panebianco. La laudatio è, invece, affidata al professore Federico Vitella, ordinario di cinema, fotografia e televisione, primo promotore del conferimento del titolo a Bellocchio: "Abbiamo l'onore di consegnare il dottorato al più grande regista italiano vivente. - ha detto - Esponente del nuovo cinema italiano degli anni Sessanta, ha saputo innovare l'arte cinematografica, svecchiandone la narrazione e spalancando le porte al cinema moderno. Ha saputo anche rinnovare costantemente se stesso, pur rimanendo fedele a uno stile inconfondibile - come la scelta dell'inquadratura lunga o della teatralità dello spazio - ed alcuni temi che definiscono il suo orizzonte poetico".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza