Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Cinema
  4. Fiducia e grandi titoli, il cinema in sala prova a svoltare

Fiducia e grandi titoli, il cinema in sala prova a svoltare

I listini da Sorrento, clima positivo, i segnali ci sono

La prova del nove saranno le feste di Natale e l'inizio di gennaio, se il trend degli incassi al cinema sarà in salita un'ulteriore segnale di ripresa rafforzerà il clima di fiducia del settore. Alle Giornate del cinema di Sorrento, con la presentazione dei listini del primo semestre 2023, proprio 'fiducia' è stata la parola d'ordine, consapevoli del disastro forse ormai scampato. Alcuni titoli, primo fra tutti La Stranezza di Roberto Andò con Servillo, Ficarra e Picone, hanno avuto effetto benefico sul box office ma soprattutto sull'umore generale e i nuovi film italiani in arrivo sono in tanta parte nel segno del grande appeal.

Niente di scontato, le scommesse sono sospese da tempo, ma in questi mesi si è capito che piangerci sopra non porta spettatori in sala, che i tanti registi e cast in tour per le città, da Gianni Amelio a Susanna Nicchiarelli, stanno spendendo bene tempo e fatica per riallacciare il contatto con il pubblico per riportarlo al buio del cinema e che c'è la volontà del ministero della Cultura di aiutare, che sia con lo sconto sui ticket o con il tax credit o con la riapertura del tema cruciale delle finestre ossia della regolamentazione del tempo tra uscita in sala e piattaforma e soprattutto dell'uguaglianza tra cinema italiano e straniero. La sottosegretaria Lucia Borgonzoni proprio a Sorrento ha sottolineato l'impegno del Mic di ridisegnare parte del tax credit e ha annunciato che dall'approvazione del nuovo decreto arriveranno 253 milioni. Il prezzo del biglietto è un fattore fondamentale, come ha sottolineato tra gli altri l'ad di Notorius cinema Andrea Stratta: "Siamo in un periodo di crisi economica e le persone vanno a risparmiare sul tempo libero. Possiamo intervenire sugli effetti della crisi con iniziative che riguardano tutti noi esercenti: agire sui prezzi". E "pensare ad un eventuale prezzo rivisto per gli under 18 anche per abituarli all'esperienza cinematografica" è l'idea portata avanti anche da Paolo Protti, esercente di Mantova. "Crediamo che il box office theatrical possa tornare ad essere il primario sostegno di questo settore. Nel 2023 possiamo immaginare un'aria migliore. Come abbiamo visto da questi giorni, c'è tantissimo prodotto di altissimo livello che può avvicinarci a risultati ottimi, simili a quelli avuti nel 2019", è il messaggio da Sorrento del presidente dei distributori Anica Luigi Lonigro.

Ecco allora IL PRIMO GIORNO DELLA MIA VITA di Paolo Genovese con Toni Servillo, Valerio Mastandrea, Margherita Buy e Sara Serraiocco dal listino Medusa che tra i prossimi titoli ha il documentario di Mario Martone su Massimo Troisi LAGGIÙ QUALCUNO MI AMA, in uscita a febbraio; L'ULTIMA VOLTA CHE SIAMO STATI BAMBINI, debutto alla regia di Claudio Bisio con Marianna Fontana e Federico Cesari, mentre i re Mida Ficarra e Picone saranno a maggio sul set per il nuovo film, regia di Francesco Amato, a Natale 2023. Da 01 tanti autori italiani, da Marco Bellocchio a Matteo Garrone (IO CAPITANO), da Nanni Moretti (SOL DELL'AVVENIRE) a Gabriele Salvatores (IL RITORNO DI CASANOVA), insieme a maestri internazionali come Spielberg, Scorsese o Polanski in un listino potente, che comprende anche Sydney Sibilia con MIXED BY ERRY e Alessandro Siani in uscita il 14 febbraio con TRAMITE AMICIZIA. Da Universal a febbraio il ritorno di M. Night Shyamalan con BUSSANO ALLA PORTA, TÁR di Todd Field con la Coppa Volpi Cate Blanchett, SUPER MARIO BROS con la voce di Claudio Santamaria fino ad arrivare all'atteso OPPENHEIMER di Christopher Nolan, con Peaky Blinders Cillian Murphy, Robert Downey Jr. e Florence Rose Pugh. Dalla Warner che compie 100 anni arriveranno tra gli altri THE BOYS IN THE BOAT di George Clooney, tratto dall'omonimo libro di Daniel James Brown, che racconta l'epica vittoria della squadra di canottaggio dell'Università di Washington alle Olimpiadi di Berlino del '36, l'attesissima BARBIE di Greta Gerwig, con Margot Robbie e Ryan Gosling fino al sequel DUNE - PARTE II, diretto da Denis Villeneuve con Timothée Chalamet e Zendaya e ancora Chalamet in WONKA di Paul King, prequel del classico per l'infanzia di Roald Dahl, La fabbrica di cioccolato.

Da Disney arrivano GLI SPIRITI DELL'ISOLA di Martin McDonagh (2 febbraio), con Colin Farrell e Brendan Gleeson, la riedizione di TITANIC (9 febbraio) in occasione del suo 25° anniversario, EMPIRE OF LIGHT di Sam Mendes (23 febbraio), con Olivia Colman e Colin Firth, fino al live-action LA SIRENETTA di Rob Marshall (24 maggio) con Halle Bailey. Da Bim MON CRIME - LA COLPEVOLE SONO IO di François Ozon con Isabelle Huppert, Fabrice Luchini, Dany Boon; EMILY con Emma Mackey nei panni della grande scrittrice Emily Bronte e poi ancora l'esordio alla regia di Giuseppe Fiorello con STRANIZZA D'AMURI e MARY E LO SPIRITO DI MEZZANOTTE, il grande ritorno di Enzo D'Alò, liberamente tratto da La gita di Mezzanotte di Roddy Doyle. MASQUERADE - LADRI D'AMORE di Nicolas Bedos è uno dei film di punta del listino dei prossimi mesi di Lucky Red, con DENTI DI SQUALO, l'esordio di Davide Gentile, prodotto da Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria, Virginia Raffaele, Edoardo Pesce; DECISION TO LEAVE di Park Chan-wook, WHAT'S LOVE GOT TO DO WITH IT, il film che ha vinto il premio come miglior commedia alla Festa del Cinema di Roma, e THE LOST KING, incantevole storia vera con Sally Hawkins.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie