Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Svelato a Bologna un disegno attribuibile al Parmigianino

Svelato a Bologna un disegno attribuibile al Parmigianino

Per il 520/mo anniversario della nascita dell'artista parmense

BOLOGNA, 11 dicembre 2023, 11:19

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

In occasione del 520/o anniversario della nascita dell'artista parmense Girolamo Francesco Maria Mazzola, conosciuto come il Parmigianino, punto di riferimento per il manierismo europeo, a Bologna è stato svelato l'11 dicembre in prima mondiale un disegno che secondo gli esperti potrebbe essergli attribuito. Si tratta di una Santa Famiglia di 18,9x17,7 centimetri. Il disegno fu ritrovato piegato insieme a un bozzetto di Raffaello Sanzio (oggi custodito alla National Gallery di New York), catalogati entrambi nella collezione di E. Calando in Francia e venduti a un'asta. La società che lo ha acquistato è di Bologna.
    "L'ho individuato per un investitore nel 2015 a un'asta a Parigi - racconta Fiorenza Renda, advisor -. Lo trovai subito estremamente bello e consigliai di acquistarlo". Grande emozione quando è stata elaborata da un gruppo di esperti, dopo un lungo lavoro di ricerca storica e scientifica, l'ipotesi di attribuzione al Parmigianino. "Una soddisfazione enorme - confida Renda - avevo notato una grazia in questo disegno che mi ha colpito al cuore".
    Oggi, nella Basilica Maggiore dei Servi di Maria, in occasione dell'evento "Respice Finem" per le celebrazioni dell'anniversario, la proprietà ha deciso di mostrarlo al grande pubblico. "Il disegno riporta un'evidente ispirazione all'arte del grande Raffaello, fu catalogato come 'scuola di Raffaello Sanzio' e realizzato probabilmente dall'artista proprio a Roma - spiega una nota -. Si sa infatti come il giovane Parmigianino venisse considerato già a suo tempo la reincarnazione di Raffaello Sanzio".
    La particolarità delle mani affusolate è una sorta di firma nelle opere del Parmigianino e spicca anche in questo disegno: "Fu eseguito con tecnica mista su carta di lino vergata e presenta molti aspetti simbolici tipici della pittura del Parmigianino - spiega Annalisa Di Maria, tra i massimi esperti internazionali di Leonardo da Vinci e del Rinascimento italiano -. Le mani disegnate in quest'opera sono un dettaglio determinante nell'accostamento all'autore".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza