Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Vela: Andrea Mura doppia Capo Horn alla Global Solo Challenge

Vela: Andrea Mura doppia Capo Horn alla Global Solo Challenge

Barca danneggiata da una tempesta ma rincorre 2/o posto

CAGLIARI, 07 febbraio 2024, 11:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Vento di Sardegna continua a correre alla Global solo Challange, il giro del mondo in solitaria. E in mezzo alla bufera doppia Capo Horn: lo skipper italiano Andrea Mura è sempre terzo, ma ha recuperato circa un giorno su First light in seconda posizione.
    Arrivare alla punta più a sud della Terra del Fuoco è stato difficile: c'era una tempesta ad attendere il navigatore sardo.
    E Mura tra sabato e domenica è stato costretto a rallentare per non finire proprio nel cuore della bufera. Lunedì sembrava il momento giusto per passare. Mura ha preparato la barca al meglio. Nonostante tutte le precauzioni durante la notte Vento di Sardegna ha subito numerosi danni. Un'onda ha completamente distrutto la capote sul lato sinistro della barca, ha piegato i tubi e squarciato la plastica. Uno dei tubi ha sfondato la coperta con il conseguente allagamento della barca con tutti i rischi di ipotermia del caso. Lo skipper è riuscito, nonostante il freddo per la mancanza di riscaldamento, a riparare alcuni dei danni più gravi e a proseguire la sua rotta. Alle 2 del mattino, Capo Horn è stato finalmente doppiato.
    Insieme a Vento di Sardegna, Mura è in mare da 80 giorni e ha percorso quasi 19 mila miglia nautiche, solo 7.000 miglia lo separano da Marina Coruña, il traguardo. Questo è l'ultimo obiettivo: compiere la risalita verso la Spagna nel più breve tempo possibile. L'arrivo è previsto per il prossimo 9 marzo.
    Cinque giorni distanziano lui dalla statunitense Cole Brauer a bordo di First Light, seconda nella classifica provvisoria e che ha appena superato l'Uruguay per portarsi davanti alla costa brasiliana. Sempre primo l'altro statunitense, Philippe Delamare, a bordo di Mowgli: l'arrivo stimato per lui è il 22 febbraio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza