Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Regionali '24: Sardegna Chiama Sardegna, Irs e Progres con Soru

Regionali '24: Sardegna Chiama Sardegna, Irs e Progres con Soru

Indipendentisti con ex governatore contro 'c.sinistra italiano'

CAGLIARI, 07 dicembre 2023, 14:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Avevano partecipato ad alcuni incontri del campo largo del centrosinistra unito, prima di abbandonarlo in polemica ai primi di ottobre scorso per un "mancato riconoscimento delle istanze politiche e metodologiche". Ora i giovani di Sardegna chiama Sardegna, movimento indipendentista, che nell'ultimo anno ha raccolto oltre 1.200 adesioni ed è composto in media da trentenni, ha scelto di aderire allo schieramento di Renato Soru e delle sigle che già lo appoggiano nella corsa alle Regionali 2024: Progetto Sardegna, Progressisti, +Europa, Liberu e Upc.
    "Scegliamo di allearci con la coalizione sarda, alternativa a quelle italiane di centrosinistra e di centrodestra, guidata da Renato Soru per aprire una stagione di partecipazione, di ascolto dei veri bisogni della maggioranza dei sardi e delle sarde, e di governo, con riforme strutturali che ci impegneremo a realizzare nella prossima legislatura", scrivono in una nota i portavoce del movimento Danilo Lampis e Nicoletta Pucci, congiuntamente con il segretario nazionale di ProgReS Adriano Sollai e il portavoce di iRS Simone Maulu, le due forze indipendentiste alleate del movimento. Sardegna chiama Sardegna, Irs e Progres daranno vita a una lista comune e presenteranno il progetto il prossimo 17 dicembre (dettagli da definire).
    "Siamo convinti - si legge nella nota congiunta - che l'alternativa alla disastrosa giunta Solinas non passi da un centrosinistra italiano che conferma, con i suoi principali attori, proposte senza visione e una logica spartitoria volta alla conservazione degli equilibri di potere, alla rielezione dei soliti noti o di loro cooptati". Gli indipendentisti si rivolgono "alla maggioranza dei sardi e delle sarde che vogliono una netta rottura con una classe dirigente che, in larga misura, ha ignorato esigenze e aspettative delle persone, azzerando dialogo e coinvolgimento, sacrificando a logiche e interessi lontani le risorse e il bene della Sardegna".
    "La Sardegna ha bisogno di leggi, investimenti strategici, con una prospettiva che possa affrancarla finalmente dalla subalternità politica ed economica. Lavoreremo in questo senso - annunciano le tre forze -, nell'interesse della maggioranza dei sardi e delle sarde. Il nostro è un progetto aperto, in sviluppo, a forte connotazione civica".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza