Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Iniziano lavori deposito gas a Torpé, protesta dei residenti

Iniziano lavori deposito gas a Torpé, protesta dei residenti

Tensione tra la popolazione, sul posto Polizia e Carabinieri

Una manifestazione di protesta si è svolta stamattina a Torpè, dove la società Medea Italgas ha iniziato ad allestire il cantiere per la realizzazione di un impianto di stoccaggio del gas nell'area di Istrumpadoglios, alla periferia del paese.
    A nulla sono servite le proteste dei giorni scorsi e la contrarietà al progetto del Consiglio comunale all'unanimità: stamattina i mezzi sono arrivati nella zona dove gli abitanti insorgono.
    E' stata una manifestazione pacifica ma la tensione era alle stelle. Nell'area sono arrivati anche Polizia e Carabinieri, e poco dopo il sindaco del paese Martino Sanna.
    Nessun disordine ma la situazione potrebbe diventare ancora più tesa lunedì mattina quando arriveranno altri mezzi dell'impresa.
    I cittadini dell'area sperano nell'intervento del primo cittadino e della Regione per evitare che il progetto vada avanti. "E' da un anno e mezzo che poniamo il problema al sindaco - ha spiegato la consigliera di opposizione Barbara Carai -. Lui ci ha sempre detto che il deposito non si sarebbe fatto qui, invece ci siamo trovati a oggi con l'avvio dei cantieri. Non consentiremo mai che si faccia un impianto che sfiata ogni mezz'ora a pochi metri dalle case e vicinissimo al centro abitato. La nostra è una protesta pacifica: non siamo contro il deposito ma vogliamo che si individuino altri terreni distanti dalle case. Non ci arrenderemo, la protesta andrà avanti fino a che non si trova una soluzione politica".
    "I cantieri non devono andare avanti qui - ha ribadito il sindaco Sanna - anche perché giusto qualche giorno fa in un incontro a Cagliari, l'assessora all'Industria Anita Pili si è detta disponibile ad interloquire con Italgas per individuare altre aree lontane dall'abitato e con le caratteristiche adatte agli impianti. Lunedì dovrebbero arrivare altri mezzi della società ma qui ci saranno ancora proteste. Ci muoveremo in tutti i modi nella speranza di portare a casa l'accordo che dia il via libera a costruire il deposito in altre aree", ha concluso il sindaco.

MEDEA: ITER IN REGOLA, OK ANCHE DAL COMUNE - Nei prossimi giorni alcuni rappresentanti della Medea, che deve realizzare il deposito di stoccaggio del Gnl (gas naturale liquido) nell'area di Istrumpadoglios, alla periferia di Torpè, parteciperanno a un incontro con l'assessorato regionale all'Industria. E' quanto conferma all'ANSA un portavoce della società, nel giorno in cui alcuni cittadini di Torpè sono scesi in piazza per contestare la realizzazione dell'opera. Sempre da Medea fanno sapere come quella superficie, "funzionale alla metanizzazione di Torpè e Posada, sia stata scelta tra circa 30 aree prese in esame e indicata dall'Ufficio Tecnico del Comune come idonea sotto tutti gli aspetti". Sulla scorta di questi pareri, nei mesi scorsi l'azienda ha acquistato il terreno e "il successivo percorso autorizzativo si è concluso positivamente e tutti gli enti coinvolti hanno dato parere positivo, compresi Comune e Vigili del Fuoco". In tutta la Sardegna sono 63 i depositi criogenici di Gnl di Medea al servizio di 76 città alimentate a gas naturale. La società è presente in 18 dei 38 bacini in cui è suddivisa l'Isola: circa 1.500 km di reti "native digitali" per il gas naturale, di cui oltre 1.400 km già in esercizio.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie