PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Imprese: Cciaa Treviso-Belluno, bilancio 2021 in positivo

Imprese: Cciaa Treviso-Belluno, bilancio 2021 in positivo

Rispettivamente +479 e +77 unità rispetto al dicembre 2020

(ANSA) - TREVISO, 21 GEN - Il 2021 si chiude in provincia di Treviso e di Belluno con un bilancio annuo positivo per la demografia d'impresa. Il dato emerge dalle statistiche della Camera di commercio delle due province.
    A Treviso si evidenzia una crescita di 479 sedi rispetto a dicembre 2020, variazione che compensa quasi totalmente quella registrata lo scorso anno (-483), riportando dunque lo stock d'imprese quasi al livello pre-Covid (79.293). Le aziende artigiane sono 22.558 (+135). I settori trainanti, su base annua, sono le Costruzioni (+205), le Attività professionali, scientifiche e tecniche (+136) e le Attività immobiliari (+106).
    Il manifatturiero invece perde nell'anno 59 sedi d'impresa, di cui 30 nel legno-arredo e 28 nella metalmeccanica. Su base congiunturale, nel quarto trimestre emerge un -322 sedi rispetto allo stock al 30 settembre; la contrazione risulta più intensa se si prende a riferimento quanto successo tra dicembre e settembre 2019 (-237 sedi), periodo ancora non condizionato dalla pandemia. Pesante la contrazione trimestrale del commercio (-116 sedi).
    In provincia di Belluno la crescita annua di 77 unità porta la consistenza delle sedi d'impresa a 13.825. Lo scorso anno la variazione era stata -194. Le imprese artigiane sono 4.666, in controtendenza negativa (-36). Analoghi a Treviso i settori trainanti: Costruzioni (+16 sedi), Attività professionali, scientifiche e tecniche (+22), Attività immobiliari (+16). Si aggiungono con trend positivo anche gli "altri servizi a supporto delle imprese" (+21, ricomprendono il "noleggio") e l'attività di alloggio (+17). Il manifatturiero invece perde nell'anno 34 sedi d'impresa nell'anno, di cui -13 ricadono nelle "altre attività manifatturiere" di cui fa parte l'occhialeria.
    Proprio nel manifatturiero si concentra anche la flessione delle imprese artigiane: su base congiunturale, nel quarto trimestre emerge una flessione di -68 sedi rispetto allo stock al 30 settembre. Fra dicembre e settembre 2019, periodo non influenzato da Covid, era stata di -44 sedi d'impresa. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie