Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cuneo, studenti riappendono striscione pro Palestina contestato

Cuneo, studenti riappendono striscione pro Palestina contestato

Accolta dal preside la richiesta di centinaia di liceali

TORINO, 23 febbraio 2024, 15:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

È tornato sulla facciata della sede distaccata del liceo classico e scientifico di Cuneo lo striscione "Stop al genocidio", affisso da un gruppo di allievi in segno di solidarietà per le vittime dell'offensiva israeliana a Gaza. Il preside Alessandro Parola ha accolto la richiesta, sottoscritta da centinaia di ragazzi, dopo aver ricevuto in mattinata una delegazione studentesca: "C'è stato un sereno chiarimento rispetto alle modalità di esercizio della libertà d'espressione" osserva il dirigente.
    Lo striscione, affisso una prima volta nella giornata di mercoledì, era stato rimosso dal professor Paolo Luigi Bogo, docente di storia e filosofia del liceo, perché ritenuto "semplificatorio e irrispettoso".
    L'Unione degli Studenti aveva protestato contro il gesto dell'insegnante, accusato di aver tacciato di antisemitismo e minacciato fisicamente gli alunni che l'avevano ideato. Accusa che il docente ha fermamente respinto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza