/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mercato immobiliare, a Torino rallentano le compravendite

Mercato immobiliare, a Torino rallentano le compravendite

Nomisma, -0.5% i prezzi delle abitazioni usate

TORINO, 22 novembre 2023, 10:42

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel secondo semestre del 2023 il mercato residenziale della compravendita a Torino ha cominciato a evidenziare segnali di rallentamento, in linea con quanto accade a livello nazionale ormai da un anno a questa parte. Il ripiegamento è riconducibile prevalentemente al calo dei prezzi, nonché alla flessione dell'attività transattiva e dell'intensità della domanda. E' quanto emerge dall'Osservatorio sul Mercato Immobiliare di Nomisma.
    La variazione del numero di transazioni - secondo i dati dell'Agenzia delle Entrate - torna a essere negativa (-9%) dopo due anni di notevole espansione delle compravendite. Secondo l'opinione del 90% degli operatori locali intervistati da Nomisma, la motivazione risiede prevalentemente nell'elevato costo dei mutui. A questo proposito la quota di operazioni di acquisto assistita da finanziamento passa in un semestre dal 75% al 66%. In calo i prezzi rispetto al precedente semestre, sia per le abitazioni in ottimo stato (-0,3%) sia per il residenziale usato (-0,5%). Non subiscono arretramenti le zone di pregio cittadine, che per il comparto delle abitazioni nuove raggiungono addirittura punte del +1,5% semestrale. Segnali di stagnazione arrivano anche dai tempi medi di vendita e dal divario tra prezzo richiesto ed effettivo, che per le abitazioni usate da tre semestri a questa parte si attestano, rispettivamente, a 4,5 mesi e all'11%.
    La componente destinata alla locazione continua a crescere arrivando a rappresentare circa il 54% della domanda. L'aumento di interesse per il mercato locativo ha avuto effetti sulla dinamica dei canoni, che in questa seconda parte dell'anno sono cresciuti mediamente del 3%, dato notevolmente superiore alla media dei grandi mercati.
    La maggior parte degli agenti immobiliari torinesi prevede un calo delle compravendite già a consuntivo di quest'anno, che proseguirà anche nel 2024. Per quanto riguarda i prezzi ci si attende invece una sostanziale stabilità. Decisamente più ottimistiche risultano le previsioni per il comparto locativo.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza