/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Italiani attenti all'etichetta del cibo, ricerca Natruly

Italiani attenti all'etichetta del cibo, ricerca Natruly

'Inganno edulcoranti, scorciatoie contro dipendenza da zucchero'

TORINO, 27 marzo 2023, 15:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' alta l'attenzione in Italia all'etichetta dei cibi confezionati. Secondo una ricerca realizzata in questi giorni da Natruly, brand salutistico del food il 94% degli intervistati dichiara di controllarla. A interessare è soprattutto la quantità di zuccheri (60%), seguita da quella di grassi saturi (49%) e dalle calorie totali del prodotto (48%). Solo il 36% guarda se è indicata la presenza di edulcoranti artificiali. Eppure il 69% ritiene che i dolcificanti non siano salutari e il 58% pensa che siano anche meno sani dello zucchero.
    È diffusa la convinzione che i prodotti senza zucchero contengano sempre edulcoranti. Ne è convinto il 15% e il 69,5% ne è abbastanza sicuro. Molta incertezza sul fatto che sia meglio consumare prodotti con edulcoranti piuttosto che con lo zucchero: il 46% non è d'accordo. I dolcificanti più noti sono quelli prodotti sinteticamente come aspartame e saccarina (68%) ma non è conosciuto il loro potere dolcificante - circa 400 volte superiore allo zucchero quello della saccarina e di circa 200 volte quello dell'aspartame - è infatti estesa la convinzione che gli edulcoranti non dolcifichino quanto lo zucchero: il 65,5% ne è da abbastanza a del tutto convinto.
    "I dolcificanti sono scorciatoie per superare la dipendenza dallo zucchero, ma diventano un problema più grande per diete e salute. È dimostrato che le sostanze chimiche presenti nei dolcificanti comuni siano causa di problemi digestivi e siano correlate a un rischio più elevato di obesità, perché fornendo sapore dolce senza dare energia possono interferire con i meccanismi che regolano l'appetito e la sazietà" spiega Niklas Gustafson, fondatore di Natruly insieme a Octavio Laguía.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza