Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In Lombardia almeno 21 branchi di lupi, 'vanno contenuti'

In Lombardia almeno 21 branchi di lupi, 'vanno contenuti'

Seduta speciale della commissione Montagna, 'ora serve un piano'

MILANO, 13 febbraio 2024, 16:18

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Al momento in Lombardia è stimata la presenza accertata di 21 branchi di lupi che si muovono lungo il territorio lombardo per un numero complessivo di esemplari superiori alle 100 unità: circa 8 branchi nell'Oltrepò pavese, 9 sulle aree alpine e 4 nelle zone di pianura. I dati sono stati comunicati durante una seduta della commissione regionale speciale 'Valorizzazione e tutela dei territori montani' che ha ospitato i dirigenti delle direzioni generali della presidenza della Regione Lombardia e degli assessorati regionali all'Agricoltura e al Territorio.
    Nel 2023 le predazioni sono state un centinaio e ammonterebbe a circa 70mila euro l'importo degli indennizzi, riguardante sia agricoltori sia privati cittadini.
    Durante la seduta è stata sottolineata l'importanza della prevenzione, che ad oggi si sviluppa e viene attuata prevalentemente attraverso il ricorso a recinzioni di protezione delle proprietà agricole e di piccoli o grandi allevamenti.
    Nel 2019 il bando, rivolto alle imprese agricole danneggiate da passaggi di grandi carnivori, ha soddisfatto 59 domande per un importo di 250mila euro e nel 2022 le domande sono state 46 a fronte di 220mila euro.
    Il prossimo bando, che sarà aperto a maggio, prevede una dotazione finanziaria di un milione di euro e sarà rivolto ad agricoltori che intendono realizzare recinzioni fisse, mobili, elettrificate e non elettrificate.
    "Il problema lupo è reale, la sua presenza in Lombardia è in costante crescita. La prevenzione con le reti elettrificate e gli indennizzi da soli però non sono più sufficienti - commenta il presidente della commissione Giacomo Zamperini (FdI) - ritengo che oggi sia necessario lavorare tutti insieme per arrivare alla predisposizione di un piano di gestione e contenimento di questa specie, come avviene già per nutrie e cinghiali".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza