Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Eurelectric, 'servono garanzie per gli investimenti'

Al Power Summit 2023 presentato rapporto sulle Decarbonisation Speedways

Redazione ANSA

La riforma del mercato dell'elettricità, l’accelerazione dei permessi per le rinnovabili e investimenti su reti e la competitività industriale sono centrali per il successo degli obiettivi clima dell’Ue, che richiederanno il 70% della domanda finale di energia da combustibili fossili nei trasporti, negli edifici e nell'industria decarbonizzata entro il 2050. Lo ribadisce il rapporto Decarbonisation Speedways presentato da Eurelectric in occasione del Power Summit 2023.

Lo studio sottolinea che l'energia rinnovabile è la soluzione più conveniente per ridurre le emissioni e i consumi, soprattutto nel settore trasporti, per il quale si prevede una diminuzione dei consumi di energia di almeno il 53% del consumo di energia nel 2050.

La capacità elettrica, si legge nel documento, dovrà triplicare entro il 2040, insieme a un'espansione di dieci volte delle energie rinnovabili e una base stabile di capacità costante per soddisfare circa 4.600 TWh della domanda finale di elettricità entro il 2040. Numeri diventano “scoraggianti” senza “politiche abilitanti”. “Ecco perché – ha dichiarato il presidente di Eurelectric e Ceo di E.ON, Leonhard Birnbaum – dobbiamo concentrarci sul fare progressi sul campo ora, garantire la fiducia degli investitori, raggiungere la velocità di curvatura nel consentire la generazione di energia e le infrastrutture di rete, difendere la competitività e modernizzare le nostre reti per gestire un sistema più grande e complesso”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: