Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cese, 'lo Stato sia al centro del mercato elettrico'

Adottato il parere sulla riforma

Redazione ANSA

Lo Stato, attraverso l’istituzione di un servizio denominato 'Servizio E', acquista l'energia elettrica dai produttori e la rivende ai fornitori delle utenze domestiche, alle piccole e medie imprese, alle comunità energetiche di cittadini, ai grandi consumatori e anche ad altri paesi. E’ l’idea centrale del parere sulla riforma del mercato elettrico, approvato dal Comitato economico e sociale europeo.

Per il Cese, la proposta legislativa presentata a marzo dalla Commissione europea per un nuovo assetto del mercato non è sufficiente. Il Cese propone quindi un modello sulla base di gare d'appalto. Il 'Servizio E' stipulerebbe con i produttori di energia elettrica contratti a lungo termine di vario tipo, ad esempio accordi per l'acquisto di energia elettrica, contratti per differenza e commesse a margine garantito. “A nostro avviso, la via da seguire consiste in un modello ibrido basato sul principio di 'liberalizzare ove possibile e regolamentare ove necessario”, ha commentato uno dei relatori del provvedimento, Jan Dirx.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: