Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Adottate le norme per definire l'idrogeno rinnovabile

Pubblicato anche l’atto delegati sulla “addizionalità”, che aveva creato attriti tra Parigi e Berlino

Redazione ANSA

La Commissione ha pubblicato formalmente i due atti delegati che delineano norme dettagliate sulla definizione Ue di idrogeno rinnovabile, dopo la fine del periodo di esame del Parlamento europeo e del Consiglio.

Il primo regolamento definisce a quali condizioni l'idrogeno, i combustibili a base di idrogeno o altri vettori energetici possono essere considerati combustibili rinnovabili di origine non biologica (Rfnbo). E’ l’atto delegato sulla "addizionalità" (le forniture di idrogeno rinnovabile che dovrebbero entrare a far parte entro il 2030 devono essere collegate alla produzione di energia rinnovabile nuova), che aveva portato allo scontro Germania e Francia.

Il secondo atto fornisce una metodologia per il calcolo delle emissioni di gas a effetto serra del ciclo di vita per gli Rfnbo. I testi definitivi (qui https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX:32023R1184 e qui https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX:32023R1185) sono invariati rispetto ai progetti di atti adottati dalla Commissione il 13 febbraio 2023. Le norme entreranno formalmente in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale.

L’adozione dei due testi legislativi “significa certezza del diritto sia per i produttori che per i consumatori di idrogeno rinnovabile, ed è un passo fondamentale per attrarre gli investimenti necessari alla decarbonizzazione del nostro sistema energetico", ha dichiarato la commissaria all’Energia, Kadri Simson.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: