Approvati gli aiuti in Friuli per 260 milioni

La misura mira a ridurre il rischio di perturbazione economica delle imprese

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione europea ha approvato lo schema italiano da 260 milioni di euro per sostenere le imprese attive nella Regione Friuli Venezia Giulia nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina. Il regime è stato approvato nell'ambito del Quadro di riferimento temporaneo per gli aiuti di Stato in caso di crisi, adottato dalla Commissione il 23 marzo 2022 e modificato il 20 luglio 2022. Questa misura segue un regime di 50 milioni di euro a sostegno dei settori agricolo, forestale, della pesca e dell'acquacoltura nella stessa regione, approvato dalla Commissione nell'aprile 2022. La misura sarà aperta alle imprese di tutte le dimensioni che hanno una sede operativa nella Regione Friuli Venezia Giulia, ad eccezione dei settori finanziario, agricolo, della pesca, dell'acquacoltura e della silvicoltura. La misura mira a ridurre il rischio di perturbazione economica di queste imprese, che risentono pesantemente degli effetti socio-economici dell'attuale crisi geopolitica.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: