Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dopo l'aut aut di Lyniv, festival Vienna cancella Currentzis

Dopo l'aut aut di Lyniv, festival Vienna cancella Currentzis

La decisione per la presa di posizione della direttrice ucraina

BOLOGNA, 12 febbraio 2024, 16:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Alla fine tra Oksana Lyniv e Teodor Currentzis ha avuto la meglio la direttrice ucraina: lo ha appena comunicato il Wiener Festwochen sul proprio sito internet. Il Kaddish Requiem "Babyn Jar" avrà luogo, il War Requiem è cancellato.
    "Il Kaddish Requiem diretto da Oksana Lyniv verrà eseguito come previsto il 2 giugno al Wiener Konzerthaus - si legge sulla pagina della manifestazione -. Il War Requiem di Benjamin Britten in programma il 12 giugno al Burgtheater, diretto da Teodor Currentzis, è annullato. Per l'esecuzione del Kaddish Requiem a Vienna verrà composto ed eseguito un ulteriore brano ucraino contemporaneo".
    "O io o Teodor Currentzis", aveva risposto la direttrice d'orchestra ucraina Oksana Lyniv all'invito di Milo Rau, direttore artistico delle Wiener Festwochen, per un doppio appuntamento in cui i due artisti avrebbero dovuto dirigere due brani altamente simbolici legati a crimini di guerra compiuti dai nazisti.
    La presa di posizione della direttrice ucraina è scaturita dal fatto che il collega direttore greco/russo non si è mai espresso o non avrebbe mai preso posizione a proposito della guerra di Putin in Ucraina, ma è anzi a capo di un'orchestra, la MusiAeterna, considerata molto vicina al presidente russo, e che nei mesi scorsi è stata costretta ad annullare vari eventi in giro per l'Europa.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza