Dal Vaticano a Torino 'La Madonna delle Partorienti'

Sarà esposta a Palazzo Madama dal 14 maggio al 20 luglio

Redazione ANSA TORINO

TORINO - Per la prima volta da quando venne dipinta, a fine '400, 'La Madonna delle partorienti" di Antonino Romano, esce dalle Sacre Grotte del Vaticano, per venire esposta, dopo un lungo restauro, nella corte medievale di Palazzo Madama a Torino. Una mostra, aperta da domani 14 maggio al 20 luglio, voluta dalla Fondazione Torino Musei, e patrocinata dalla Fabbrica di San Pietro in Vaticano e dell'Arcidiocesi di Torino.

Il dipinto si trova al termine di un percorso espositivo ed esplicativo che fin dall'inizio immerge il visitatore nelle straordinarie atmosfere della Basilica di San Pietro. "Questa è davvero un'occasione speciale per ammirare questa Madonna di profonda bellezza, venerata per cinque secoli, soprattutto dalle donne prima del parto e che poi farà ritorno a casa, noi pensiamo per sempre", spiega Pietro Zander, direttore scientifico e direttore del settore Conservazione e Restauro della Fabbrica di San Pietro.

"Il dipinto di Romano, autore anche di una celebre Madonna della Consolata custodita nel Santuario della Consolata di Torino - aggiungono i restauratori Giorgio Capriotti e Lorenza D'Alessandro - venne staccato dal muro, già pochi anni dopo la sua creazione, per venire collocato in una nicchia dietro un altare a ridosso di un muro che a fine 1500 divideva l'antica chiesa dal cantiere del nuovo San Pietro. Da qui venne più volte spostato fino ad arrivare nella sua definitiva postazione nel 1616 nelle Grotte Vaticane, che a Palazzo Madama di Torino state ricostruite per dare al pubblico una sensazione ancora più reale. Il lavoro, iniziato a fine 2019, e poi interrotto per mesi dal Covid, è stato complesso perché abbiamo dovuto 'ripulire' il frammento da molti vecchi restauri". 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie