Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Aperta la via ai materiali del futuro, sapranno fare calcoli

Aperta la via ai materiali del futuro, sapranno fare calcoli

Controlleranno la luce nel tempo

05 aprile 2023, 15:13

Benedetta Bianco

ANSACheck

Il ricercatore Romain Tirole al lavoro sull 'esperimento presso l 'Imperial College London (fonte: Thomas Angus, Imperial College London) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il ricercatore Romain Tirole al lavoro sull 'esperimento presso l 'Imperial College London (fonte: Thomas Angus, Imperial College London) - RIPRODUZIONE RISERVATA
Il ricercatore Romain Tirole al lavoro sull 'esperimento presso l 'Imperial College London (fonte: Thomas Angus, Imperial College London) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Materiali del futuro ingrado di eseguire calcoli al posto dei computer, grazie alla capacità di controllare la luce non solo nello spazio ma anche nel tempo: sono la frontiera appena aperta dall'esperimento coordinato dall'italiano Riccardo Sapienza, dell'Imperial College di Londra, pubblicato sulla rivista Nature Physics.

"Questo studio non ci ha fatto imparare cose nuove sulla luce, ma è un esperimento fondamentale, che dimostra fino a dove siamo in grado di controllare questi sistemi", ha detto all'ANSA Riccardo Sapienza. Con Romain Tirole, primo autore dell'articolo, e un altro italiano, Stefano Vezzoli.

L'esperimento ha riprodotto quello che nel 1801 aveva dimostrato che la luce si comporta come un'onda; mentre allora erano state misurate le proprietà della luce nello spazio, l'esperimento recente ha misurato il comportamento della luce nel tempo.

Lo ha fatto indirizzando la luce su un metamateriale, cioè su un materiale che cambia le sue proprietà in pochi quadrilionesimi di secondo. Materiali del genere "non solo cambiano la direzione della luce che li attraversa, ma - ha osservato Sapienza - ne modificano anche il colore" e possono essere attraversati dalla luce solo in momenti specifici. Di qui la possibilità di controllare il comportamento della luce anche nel tempo.

Lo stesso gruppo di ricerca sta ora lavorando ai cosiddetti 'cristalli temporali': mentre i normali cristalli che conosciamo sono formati da strutture che si ripetono nello spazio, i cristalli temporali hanno strutture che variano e si ripetono nel tempo. "I cristalli temporali cambiano continuamente da trasparenti a riflettenti", dice Sapienza: "possono bloccare selettivamente solo alcune frequenze della luce, oppure riescono a intensificarla, e possono essere strutturati anche in modo da imitare un buco nero, per studiare il comportamento della luce".

La strada che si è appena aperta potrà portare a nuove tecnologie per la comunicazione e a sistemi di calcolo basati sulla luce,nei quali le operazioni non sono eseguite da un computer, ma dal materiale stesso, nel futuro anche tecniche per indagare altre questioni fisiche fondamentali, fino alla simulazione di buchi neri.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza