ANSAcom
ANSAcom

Ecologica e sociale, una nuova area verde ai piedi dell'Etna

Progetto di Sifi e Radicepura,prevederà anche riclo acque reflue

ANSAcom
Luogo di aggregazione e dove ricaricare le energie, ma rigorosamente all'insegna della sostenibilità e del rispetto per l'ambiente. Sarà così l'Area Verde A Basso Impatto Ecologico e Alta Valenza Sociale, che verrà realizzata all'interno dello stabilimento della Sifi, azienda farmaceutica specializzata in oftalmologia, che ha sede ai piedi dell'Etna, vicino Catania. A realizzarlo sarà il vincitore del bando "Keep Alive the Sense of Wonder", lanciato in collaborazione con Parco Botanico Radicepura.
"Il Parco botanico Radicepura nasce con l'obiettivo di promuovere i valori dell'ecosostenibilità e della biodiversità del paesaggio, in particolar modo di quello Mediterraneo", spiega Mario Faro, ceo di Radicepura, "e la nostra attività va nella direzione del motto di Sifi, ovvero mantenere vivo il senso di meraviglia, proprio come la natura insegna". La nuova area verde prevede la realizzazione di un sistema di irrigazione che permetta lo sfruttamento e il riciclo delle acque reflue. Il bando ha selezionato, con l'aiuto di una giuria artistica e di una giuria tecnica, il miglior progetto proposto da professionisti del paesaggio provenienti da tutta Europa, che sarà annunciato a breve.
"Questo progetto è uno stimolo ulteriore al miglioramento nell'ambito dell'Environment, Social & Governance, per il quale nel 2021 Sifi è stata premiata da SDA Bocconi con l'Innovation and Sustainable Best Performance Award", spiega Fabrizio Chines, presidente e amministratore delegato Sifi. La particolare posizione dell'azienda, a Aci Sant'Antonio, nel area naturale protetta del Parco dell'Etna, è stata uno stimolo a intensificare l'impegno nella cura del territorio. "La sostenibilità e la responsabilità sociale d'impresa - aggiunge Chines - sono valori in cui abbiamo sempre creduto. Da anni investiamo nella riduzione dell'impatto ambientale delle attività industriali". Risale, infatti, ad agosto 2013 l'installazione dell'impianto di cogenerazione che produce energia elettrica e termica per l'autoconsumo. Nel 2015 si è proceduto con la sostituzione luci al led, un nuovo gruppo frigo e un innovativo sistema di aria compressa, che hanno consentito un risparmio di energia del 20% annuo. Dal 2021, inoltre, è attivo un impianto fotovoltaico che permette la produzione di 88.000 KWh in un anno.

In collaborazione con:
Sifi

Archiviato in


Modifica consenso Cookie