Vaccini: Sardegna, al via prenotazioni terza dose a fragili

Quasi 1,2milioni di sardi hanno completato ciclo

Redazione ANSA CAGLIARI

(ANSA) - CAGLIARI, 06 OTT - Continua a rallentare la campagna vaccinale anti Covid-19 in Sardegna dove prosegue il calo delle somministrazioni giornaliere (ieri oltre tremila).
    Complessivamente sono 1.185.415 le persone che hanno completato il cilo vaccinale con una dose o con il siero monodose. Si tratta del 74,2% della popolazione complessiva (circa 1,6 milioni di sardi) e del 92,7% dell'obiettivo di copertura vaccinale over 12 (oltre 1,2 milioni). Di questi sono 80.699 le persone che sono state vaccinate più di sei mesi fa e in questa fascia rientrano anche i circa 20-25 mila "fragilissimi" per i quali da oggi è possibile prenotare la terza dose.
    L'Ats fa sapere che, sulla base delle indicazioni nazionali, le adesioni per la dose aggiuntiva tramite il portale delle Poste, atm, call center o portalettere, sono riservate alle persone con le seguenti patologie: trapianto di organo solido in terapia immunosoppressiva; trapianto di cellule staminali ematopoietiche (entro 2 anni dal trapianto o in terapia immunosoppressiva per malattia del trapianto contro l'ospite cronica); in attesa di trapianto d'organo; terapie a base di cellule T esprimenti un Recettore Chimerico Antigenico (cellule CAR-T); - patologia oncologica o onco-ematologica in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure; immunodeficienze primitive (es. sindrome di Di George, sindrome di Wiskott-Aldrich, immunodeficienza comune variabile etc.); immunodeficienze secondarie a trattamento farmacologico (es: terapia corticosteroidea ad alto dosaggio protratta nel tempo, farmaci immunosoppressori, farmaci biologici con rilevante impatto sulla funzionalità del sistema immunitario etc.); dialisi e insufficienza renale cronica grave; pregressa splenectomia; sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) con conta dei linfociti T CD4+ < 200cellule/μl o sulla base di giudizio clinico. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA