ANSAcom
ANSAcom

Automotive Dealer Day, auto e 'Gen Z' alla sfida del futuro

Giovani puntano ancora all'auto ma chiedono flessibilità

VERONA ANSAcom

 Le nuove generazioni e il mondo delle auto, tra abitudini e nuove richieste al mondo dell'automotive. Il tema è quello affrontato in occasione degli Automotive Dealer Day, fino a oggi a Verona, in occasione dell'incontro dal titolo 'Nuove generazioni: cosa cercano come consumatori e come lavoratori'. Sul piatto, un dato di fatto secondo il quale le nuove generazioni oggi attive nel mercato hanno caratteristiche, comportamenti e attitudini profondamente diversi rispetto a vent'anni fa e tali da richiedere un linguaggio di comunicazione altrettanto differente.
    "Anche all'interno del mercato auto - ha commentato Gioia Manetti, Senior Vice President AutoScout24.it - è necessario suddividere tra le categorie di 'boomers', i più 'anziani', la Generazione X, i Millenials e i più giovani della Gen Z, ovvero sotto i 25 anni". L'incontro ha sviluppato il tema su due piani complementari. Il primo riguarda il rapporto con il mercato target, ovvero come rivolgersi ai consumatori più giovani che si relazionano con lo shopping automobilistico in modo omnicanale, dando valore a caratteristiche come la flessibilità e i valori del brand. Il secondo riguarda il rapporto verso l'interno ovvero con i propri collaboratori, al fine di comprendere quali leve siano cruciali per attrarli nella competizione sul mercato del lavoro, ma soprattutto quali leve siano fondamentali per motivarli e ingaggiarli verso più elevati livelli di performance.
    "Per la nostra ricerca - ha commentato sempre Gioia Manetti - siamo partiti dal presupposto che ciascuno è causa ed effetto di un mutamento sociale. Se i boomer nascono dall'ottimismo del dopo guerra e godono di una generale stabilità, i giovani della Gen Z sono influenzati dal tema dei grandi cambiamenti climatici e vivono l'insicurezza del futuro. A differenza di quanto di crede, non pochi di loro sono interessati alle auto. Le comprano e influenzano le scelte in merito della famiglia di appartenenza".
    Gli under 25 sono anche mossi da concretezza e sostenibilità, motivo per cui hanno le idee chiare su quello che vogliono dalle concessionarie auto".
    Per loro conta il saper fare e senso di community. Disposti a pagare per comodità e sono sempre connessi senza problemi. "Per raggiungere questa generazione - ha concluso Manetti - serve puntare su omnicanalità, possibilità di acquisto online e assenza di formalità. I giovani chiedono anche.

In collaborazione con:
Quintegia

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie