Chiesa: in Alto Adige gruppo di lavoro fede e omosessualità

"Sentirsi a casa nella chiesa indipendentemente da orientamento"

Redazione ANSA BOLZANO

(ANSA) - BOLZANO, 16 MAG - In Alto Adige si è insediato nelll'Ufficio diocesano matrimonio e famiglia, il gruppo di lavoro su fede e omosessualità che è impegnato a garantire che le persone "possano sentirsi a casa nella chiesa indipendentemente dal loro orientamento sessuale". Johanna Brunner, direttrice dell'Ufficio matrimonio e famiglia, spiega l'obiettivo di questo passo nella Chiesa di Bolzano-Bressanone: "Il nostro gruppo di lavoro propone di percorrere assieme il cammino nelle questioni del vissuto e della fede, con l'intento di far percepire concretamente alle persone che non sono sole nel loro viaggio, a volte difficile, attraverso la vita".
    Il gruppo di lavoro "Fede e omossessualità" si rivolge a persone di diverso orientamento sessuale che "si sentono legate alla fede e alla comunità ecclesiale o vorrebbero essere accolte nella Chiesa". Il gruppo sviluppa iniziative e opportunità per mettere in contatto le persone e consentire momenti di incontro nella fede, informa e sensibilizza sui problemi e le realtà dei credenti omosessuali, intersessuali e transessuali e delle loro famiglie nella Diocesi e vuole contribuire ad abbattere i tabù, le forme di esclusione e di discriminazione. Don Paolo Zambaldi ha ricordato la sua esperienza di ogni giorno del dialogo con genitori preoccupati per i figli che vivono l'esclusione: "Lavoriamo per un cambio di atteggiamento, per inserire questo tema nel quotidiano, che significa favorire l'accoglienza delle persone e aumentare la sensibilizzazione della comunità." Nell'incontro nel Centro pastorale a Bolzano il nuovo gruppo di lavoro ha presentato anche i primi progetti realizzati: la mostra itinerante "Rendere visibile l'invisibile: persone dello stesso sesso che si amano nella Chiesa" raccoglie testimonianze di credenti queer in Alto Adige e offre l'opportunità di discutere e approfondire la tematica fede e omosessualità con l'utilizzo tra l'altro di sagome a grandezza naturale e pannelli informativi messi a disposizione di parrocchie, associazioni e organizzazioni. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA