ANSAcom
ANSAcom

Rifiuti: Comieco, famiglie migliorino raccolta carta

In Campania grandi progressi a partire da Napoli

Napoli ANSAcom

"Il mondo del riciclo della plastica ha in Italia una situazione molto brillante: siamo uno dei Paesi più virtuosi dell'Unione europea e ci viene riconosciuto dai Paesi membri". Lo ha detto Giorgio Quagliuolo, presidente Corepla, in occasione della seconda giornata del Green Med Symposium, in corso alla Stazione marittima di Napoli. Secondo i dati forniti, con il vecchio metodo di calcolo, l'Italia è sopra al 60 per cento di plastica riciclata, ma - come evidenziato da Quagliuolo - "con il nuovo metodo di calcolo arretrerrmo di circa 10 punti ma sono confidente che centreremo l'obiettivo del 50 per cento al 2025 come impone l'Ue". Molte le sfide che Corecla ha davanti: l'implementazione del riciclo meccanico e si guarda "con grande attenzione" al riciclo chimico che - sottolinea Quagliuolo - "però non risolverà tutti i problemi ma sicuramente potrà dare una mano". Ma uno degli obiettivi principali è incentivare una politica sempre più indirizzata ad un uso di imballaggi ecosostenibili. "Tutto questo ci può consentire ad avere verso la plastica un atteggiamento più positivo rispetto a quello degli ultimi anni - ha affermato Quagliuolo - perché la plastica è un materiale insostituibile per il buon vivere ma va trattato in modo responsabile. Dobbiamo educare ad avere imballaggi sempre più sostenibili e progettati per essere riciclati e il consumatore deve avere coscienza che la plastica, oltre a creare un danno all'ambiente, se non viene usata in modo responsabile non consente una crescita economica e sociale perché dietro alle attività di recupero e riciclo ci sono aziende, posti di lavoro e dunque ricchezza e sostenibilità economica e sociale", ha concluso.

In collaborazione con:
Green Med Symposium

Archiviato in


Modifica consenso Cookie