/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Antiracket, patto in cantiere a Napoli dove furono esplosi colpi

Antiracket, patto in cantiere a Napoli dove furono esplosi colpi

Tra Sos Impresa e ditta appaltatrice, oggi si riparte

NAPOLI, 20 maggio 2024, 13:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo scorso 11 aprile colpi d'arma fuoco furono esplosi contro macchinari in sosta nel cantiere della nuova sede dell'Istituto comprensivo Massimo Troisi, in costruzione nel quartiere Pianura di Napoli. Oggi, in quel cantiere, è stato sottoscritto il Patto antiracket tra l'associazione antiracket Sos Impresa e la ditta appaltatrice per la ripresa dei lavori. Alla presenza di mamme e alunni, esponenti delle forze dell'ordine, del locale presidio di Libera e delle istituzioni è stato ribadito il 'no' ad ogni forma di intimidazione e la volontà di ripartire per riconsegnare la scuola ad una fetta importante di territorio. "La comunità intera si stringe intorno a questi lavori che devono garantire la realizzazione di una nuova scuola, capace di formare ancora di più e meglio i ragazzi che sono il nostro futuro. Da questa scuola uscirà sicuramente una società migliore di quella che abbiamo oggi" ha detto Luigi Cuomo presidente dell'associazione antiracket Sos Impresa.
    Per il Comune di Napoli, l'assessore alla Sicurezza, Antonio De Iesu: "Un segnale forte che deve passare attraverso delle scelte. E la scelta è quella dell'impresa che aderisce all'associazione antiracket"- ha spiegato - Le associazioni antiracket hanno una grande funzione: quella di accompagnare l'imprenditore o il commerciante che subisce intimidazioni, in questo percorso. E dietro le associazioni c'è lo Stato, il Comune per cui oggi è un segno chiaro, forte e deciso che la realizzazione di una scuola, bene pubblico offerto ai bambini di questa città, ha dietro la forza dello Stato e dell'amministrazione comunale".
    Il presidente della Municipalità di Pianura-Soccavo, Andrea Saggiomo ha parlato di "segnale molto importante a supporto degli appalti sani, degli impegni presi dall'amministrazione a tutela di quelle che sono le attività che si stanno svolgendo grazie al Pnrr" e ha aggiunto "L' estensione della rete antiracket rappresenta un chiaro segnale di tutela verso il lavoro che vogliamo portare avanti. Un lavoro sano di sviluppo sul nostro territorio". Dunque, il cantiere oggi riapre per i lavori. Termine previsto 30 giugno 2026.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza