Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Famiglia rifugiati ospite in immobile confiscato a Ercolano

Famiglia rifugiati ospite in immobile confiscato a Ercolano

Buonajuto: "Diversità è ricchezza, saremo al loro fianco"

ERCOLANO (NAPOLI), 19 dicembre 2023, 18:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un bene confiscato alla camorra ospita una famiglia di rifugiati provenienti dalla Nigeria. Dopo i lavori di ristrutturazione, da poco terminati, l'immobile è stato assegnato questa mattina al nucleo familiare che si è detto 'molto contento'. "In un momento in cui molte persone in tutto il mondo fuggono da situazioni di conflitto e pericolo, è nostro dovere umano e civico tendere una mano amica e offrire sostegno a coloro che cercano rifugio nelle nostre terre. Per noi la diversità è una ricchezza e insieme possiamo costruire un futuro migliore. Dove prima regnava il malaffare e la camorra, oggi protagonisti sono il sorriso e la serenità di una famiglia di rifugiati" ha detto Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell'Anci.
    Il bene, precedentemente confiscato, è stato riconvertito per essere assegnato nell'ambito del Progetto Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). "Sono orgoglioso di avere incontrato questa famiglia e di avere ascoltato la loro storia. Sono sfuggiti alle mani dei trafficanti e sono pronti per scrivere una nuova storia proprio nella nostra città. Noi saremo al loro fianco in questo percorso di rinascita" ha concluso il sindaco.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza