'Ad Abu Dhabi mostriamo punti di contatto con cultura italiana'

Parla Zilio Grandi, direttrice Istituto di Cultura nell'Emirato

Redazione ANSA NAPOLI

(ANSA) - NAPOLI, 28 LUG - Ad Abu Dhabi la cultura italiana è "già molto apprezzata: grosse parti del nostro Paese hanno avuto lunghi contatti con il mondo arabo islamico, abbiamo una storia comune. Cerchiamo di avvinarci ancora di più al Paese dove lavoriamo, mostrando soprattutto i motivi di contatto". Lo ha detto all'ANSA Ida Zilio Grandi, direttrice dell'Istituto italiano di cultura di Abu Dhabi, a margine della Conferenza in corso a Napoli.
    Nell'emirato, "si dice ci siano oltre 200 nazionalità, non è facilissimo per noi calibrare l'offerta" per un pubblico così eterogeneo. Il lavoro è più difficile ma più stimolante", ha aggiunto.
    La Conferenza dei direttori e delle direttrici degli Istituti di cultura "è un'occasione fondamentale per conoscere i colleghi della regione che a causa della pandemia avevo contattato solo virtualmente. Sono felice di fare qualcosa in comune per il prossimo anno", ha annunciato la direttrice. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA