ResponsAbilmente - ANSA2030 - ANSA.it

Disabilità:Stefani,tutela lavoratori fragili e fondo 100 mln

In primo mese di attività governativa.Ridurre 'divario digitale'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - "In questo primo mese di attività governativa, ho lavorato per ripristinare e migliorare le tutele per i lavoratori fragili necessarie in questa fase emergenziale". Lo ha detto la ministra per la Disabilità Erika Stefani durante l'audizione in commissione Lavoro del Senato.
    "Con il decreto-legge Sostegno, infatti, in sinergia con il Ministro del Lavoro, si è provveduto - ha sottolineato - non solo a prorogare le misure di tutela per i lavoratori fragili previste dai commi 2 e 2-bis dell'articolo 26 del decreto 'Cura Italia', ma anche a colmarne le lacune laddove si è sancita la non computabilità ai fini del comporto dei giorni di assenza per questa categoria di lavoratori, e la dovuta specificazione che l'equiparazione al ricovero ospedaliero non può in alcun modo intaccare l'erogazione dell'indennità di accompagnamento per minorazione civile".
    "Il decreto-legge Sostegno, inoltre, è stata la sede per dimostrare fin da subito - ha aggiunto - l'attenzione del Governo alle politiche in favore delle persone con disabilità in quanto, su mia richiesta, è stato istituito un Fondo di 100 milioni di euro denominato 'Fondo per l'inclusione delle persone con disabilità' che consentirà di dare ulteriore supporto per finanziare interventi concreti".
    "Altra priorità che occorre affrontare con solerzia - ha poi detto la ministra - è quella che riguarda i contenuti della proposta di Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che dovrà essere presentato dal Governo alla Commissione Europea entro il 30 aprile di quest'anno. In merito all'importante sfida della transizione digitale, occorrerà vigilare affinché non si creino nuovi divari e nuovi ostacoli di accessibilità e fruibilità proprio per le persone con disabilità e affinché si riduca il 'digital divide' che solitamente si acuisce in riferimento alle persone con disabilità".
    "Ѐ necessario che questa linea di azione - ha aggiunto - diventi invece un volano per l'inclusione e la partecipazione delle persone con disabilità, facilitandone l'accesso all'informazione e ai servizi e piattaforme digitali, che sempre più spesso diventano uno strumento per l'approvvigionamento di beni e servizi anche di prima necessità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA