Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Wwf, stagione caccia si chiude tra incidenti e bracconaggio

Wwf, stagione caccia si chiude tra incidenti e bracconaggio

Aperte due procedure europee a causa di leggi incostituzionali

ROMA, 30 gennaio 2024, 16:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il 31 gennaio si chiude la stagione venatoria tra incidenti e bracconaggio, in un solo anno sono state aperte due procedure europee a causa di leggi incostituzionali mentre sono stati quasi 600 gli animali vittime della caccia giunti al centro recupero Wwf di Valpredina (Bergamo) tra settembre e dicembre 2023. E' in sintesi il quadro delineato dal Wwf Italia, un "bilancio deprimente destinato ad aggravarsi dopo il depotenziamento di Ispra e ostacoli ai ricorsi delle associazioni".
    L'associazione ambientalista critica i "tentativi ripetuti di stravolgere la normativa sulla caccia, a tutto vantaggio dei cacciatori di frodo e dei bracconieri e in spregio alla Costituzione, all'Europa e ai cittadini (la fauna è bene indisponibile dello Stato, non una merce di scambio a disposizione di un manipolo di fucilatori e dei loro politici di riferimento)".
    "Mentre l'Europa chiede maggiori controlli e sanzioni efficaci, la politica è impegnata da mesi a eliminare ogni misura di tutela degli animali selvatici - osserva il Wwf - dopo avere depotenziato Ispra, affidando il ruolo di esprimere pareri scientifici a un organo politico, ed avere modificato il codice del processo amministrativo per impedire ai giudici di sospendere la caccia anche nei casi più urgenti, ora è pronta a fare approvare una proposta di legge che apre alla caccia 7 giorni su 7 ed elimina le più importanti sanzioni contro i bracconieri. La caccia continua a rappresentare un pericolo per la sicurezza pubblica" aggiunge.
    Anche nella stagione che sta per concludersi, "sono decine le persone rimaste ferite o decedute a causa degli spari", afferma il Wwf secondo cui "eliminare le deboli sanzioni esistenti non vuol dire difendere i cacciatori ma solo stimolare i criminali come bracconieri e trafficanti, a violare la legge nella consapevolezza di non rischiare nulla".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza