Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Apprezzamento cooperazione sociale per legge sui servizi

Apprezzamento cooperazione sociale per legge sui servizi

'L'Umbria modello per il Paese' sostengono

PERUGIA, 20 febbraio 2024, 15:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il mondo della cooperazione sociale esprime grande apprezzamento per l'approvazione da parte dell'Assemblea legislativa della "Disciplina in materia di qualità del lavoro e dei servizi alla persona". Perché "innova il modello di regolazione del welfare regionale puntando sulla tutela dei diritti dei lavoratori, sull'innalzamento della qualità dei servizi di welfare e sul rafforzamento delle politiche pubbliche finalizzate all'inserimento lavorativo delle persone con disabilità e svantaggiate. Una legge attesa da anni che rende l'Umbria un modello per il Paese".
    "La nuova legge - affermano Andrea Bernardoni, presidente di Legacoopsociali, Roberta Veltrini, di Confcooperative Federsolidarietà e Gianfranco Piombaroli, di Agci imprese sociali - rappresenta una svolta epocale perché supera la logica del massimo ribasso nelle gare dei servizi alla persona stabilendo, in modo chiaro e inequivocabile, che le imprese che erogano servizi di welfare saranno valutate e selezionate sulla base dei progetti tecnici e della qualità che riescono a garantire ai cittadini e non sui ribassi fatti pagando meno i lavoratori. La legge inoltre introduce un'altra rilevante novità prevedendo che le Usl, i comuni e le altre amministrazioni pubbliche dovranno riservare il 20 per cento delle gare di appalto alle imprese che assicurano l'inserimento lavorativo delle persone con disabilità e svantaggiate. Attribuendo alla domanda pubblica obiettivi di inclusione sociale".
    Questa legge - per le centrali cooperative - testimonia la volontà politica bipartisan di valorizzare il lavoro sociale e di migliorare la qualità dei servizi di welfare della nostra regione.
    "Auspichiamo - concludono gli esponenti del mondo della cooperazione - che l'indirizzo politico fornito dall'Assemblea legislativa orienti anche i comportamenti della Giunta regionale, delle Usl e dei comuni che nelle prossime settimane saranno chiamati ad adeguare i contratti e le convenzioni con le cooperative sociali riconoscendo i maggiori costi legati al recente rinnovo del contratto collettivo di lavoro della cooperazione sociale".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza