Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La Cina sospende le misure anti-dumping sul pollo brasiliano

La Cina sospende le misure anti-dumping sul pollo brasiliano

Soddisfazione di Brasilia, 'danneggiava la nostra competitività'

RIO DE JANEIRO, 28 febbraio 2024, 01:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le autorità della Cina hanno deciso di non rinnovare le misure anti-dumping applicate dal 2019 alle esportazioni brasiliane di prodotti a base di carne di pollo. La misura - prevista per tutelare l'industria del Paese che importa o in caso di esistenza di pratica commerciale sleale (dumping) - prevedeva nel caso specifico l'applicazione di sovrapprezzo sul valore del prodotto importato compreso tra il 17,8 e il 34,2%, a seconda della società esportatrice. Inoltre 14 aziende brasiliane avevano firmato "impegni di prezzo" con il governo cinese, obbligandosi a praticare prezzi superiori a un livello minimo prestabilito da Pechino. Il governo brasiliano ha manifestato la sua soddisfazione per l'annullamento della disposizione che ha "danneggiato la competitività dei prodotti brasiliani sul mercato cinese". "Si tratta di un risultato positivo per il nostro settore avicolo e per il rapporto economico-commerciale del Brasile con la Cina.
    Il Brasile continua a impegnarsi a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con i partner cinesi, cercando opportunità di cooperazione e sviluppo sostenibile nelle relazioni commerciali", riferisce una nota.
    Il Brasile è il più grande esportatore di carne di pollo al mondo, mentre la Cina è il secondo maggior consumatore mondiale del prodotto oltre che principale destinazione delle spedizioni di pollame brasiliano. Nel 2023 Brasilia ha inviato a Pechino 679mila tonnellate di pollo, garantendosi entrate per 1,9 miliardi di dollari.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza