Calcio
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Calcio
  4. Europa League: gol Henrique all'88', Roma beffata dal Betis

Europa League: gol Henrique all'88', Roma beffata dal Betis

Dybala non basta, gli spagnoli più cinici e concreti dominano il girone

Un gol di Luiz Henrique nel finale beffa una Roma buona, ma poco concreta nella sfida tra le big nel girone C di Europa League. Dopo aver mancato più volte il colpo del ko nella ripresa, di fronte ad un Betis Siviglia tutto muscoli e carattere, la squadra di Mourinho si fa sorprendere al minuto 88 dal gol di testa degli spagnoli che ammutolisce un Olimpico di nuovo strapieno. 

 

 

Giallorossi che erano andati in vantaggio nel primo tempo su rigore di Dybala pareggiato dall'altro nazionale argentino Rodriguez con una bordata da fuori area su cui Rui Patricio non riesce ad arrivare. Gli spagnoli restano così in testa alla classifica staccando la Roma, ora terza, in attesa del remake del match tra una settimana in Spagna. Per sfidare il Betis, Mourinho sceglie che sarà Abraham a giocare al centro dell'attacco, mentre sull'out di sinistra Zalewski viene preferito a Spinazzola. Pellegrini si affida alla coppia di ex Serie A formata da Pezzella e Luiz Felipe, a centrocampo spazio a Guardado al fianco di Rodríguez. Ancora una partenza da titolare in Europa per Joaquín.

Il tutto in un Olimpico sold con oltre quattromila tifosi spagnoli protagonisti in negativo nel pomeriggio, quando hanno preso d'assalto Piazza del Popolo lasciando a terra una grande quantità di rifiuti e sporcizia. Poi allo stadio si sono limitati ad accendere fumogeni nel settore a loro riservato. Cinque minuti e subito un cambio per la Roma con Spinazzola che sostituisce Celik che, toccato duro, non ce la fa a continuare per un problema al ginocchio. Meglio in avvio gli spagnoli più volte pericolosi e vicini al vantaggio: solo il palo colto dal rasoterra di Rodriguez evita alla Roma di andare subito sotto. Poi il match si fa più equilibrato con i giallorossi che trovano il gol dell'1-0 grazie ad un rigore concesso grazie al Var che immortala il fallo di mano in area di Gurdabo.

Dagli undici metri è perfetto Dybala che porta avanti i suoi. Gli spagnoli reagiscono subito e vanno vicini al pari con Luiz Henrique che entrato in area prova il rasoterra sul primo palo, ottima la risposta di Rui Patricio. Pochi minuti e il Betis pareggia con Rodriguez con un bolide da fuori area che il portiere portoghese non riesce a respingere. La Roma non si ferma e prova a tornare in vantaggio prima con Zaniolo, palo, e poi con una prodezza di Dybala nel finale del primo tempo, deviata dal portiere cileno. Ad inizio ripresa la squadra di Mourinho sfiora di nuovo il vantaggio con una azione tambureggiante in area degli spagnoli ma Cristante sottomisura si fa parare da Bravo il colpo del ko.

La Roma spinge ma il 2-1 non arriva e Mourinho gioca la carta Belotti, in campo al posto di Abraham. La musica non cambia con i giallorossi sempre in avanti ma incapaci di assestare la stoccata decisiva. E quando il match sembra avviato a terminare pari arriva la doccia fredda per Dybala e compagni: cross dalla sinistra di Rodri che sembra controllabile per Spinazzola, l'esterno giallorosso si abbassa per far passare la sfera, ma Luiz Henrique arriva in qualche modo sulla sfera e con una parabola sul secondo palo insacca regalando il vantaggio ai suoi. Il Betis ringrazia e si porta a casa tre punti d'oro che lo lanciano sempre più in vetta nel girone, mentre la Roma scende mestamente al terzo posto.

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Podcast

        A cura di Intesa Sanpaolo