Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Conference League, finale Roma-Feyenoord - La vigilia

Conference League, finale Roma-Feyenoord - La vigilia

Il tecnico giallorosso: 'Siamo arrivati fino a qui, una finale va vinta'. Scontri tra polizia e tifosi nella capitale albanese.


20.34
- La Roma chiude la stagione con l'ennesimo sold out, e questa volta davanti a un maxischermo. Raggiunti nel pomeriggio i 50 mila biglietti venduti per assistere alla finale di Conference League tra giallorossi e Feyenoord in diretta tv all'Olimpico. All'esterno dell'impianto è stato chiuso ponte Duca D'Aosta, preso d'assalto dai tifosi che lo hanno occupato sfoggiando bandiere e fumogeni prima di fare il proprio ingresso nello stadio dove sono stati allestiti 8 maxi schermi più i due di cui già dispone l'impianto. Afflusso regolare ai tornelli aperti dalle 18.30.

 

17.02 - "E' una grande gioia partecipare a una finale. Siamo convinti che la Roma possa crescere ancora e arrivare presto ai massimi livelli". Lo ha detto, secondo quanto si apprende da fonti Uefa, il presidente della Roma Dan Friedkin (persona poco propensa a parlare in pubblico) alla cena di Gala dell'Uefa stessa di ieri sera a Tirana. Vi hanno preso parte, in una sala del Teatro dell'Opera, 250 invitati. Friedkin ha fatto la sua dichiarazione dopo essere stato invitato sul palco, come del resto ha fatto il suo omologo presidente del Feyenoord, Toon van Bodegom. Alla cena, dove il presidente dell'Uefa Aleksander Ceferin ha fatto gli onori di casa, erano presenti anche il Premier albanese Edi Rama ("è vero, sono juventino. Ma anche mourinhiano", la sua battuta), il presidente della federcalcio Armand Duka, il sindaco della città Erion Veliaj e l'ambasciatore italiano Fabrizio Bucci, tifoso romanista che oggi sarà allo stadio. Al centro della sala era stata piazzata la Coppa che al termine della finale sarà sollevata da uno dei due capitani, Lorenzo Pellegrini o Jens Toornstra.

16.07 - Adesso è davvero invasione romanista a Tirana. Come previsto, la maggior parte dei tifosi dei giallorossi è arrivata con i charter partiti questa mattina (il primo alle 8) e va crescendo sempre più il loro numero in città. Le previsioni parlano di ventimila arrivi, e se venissero confermate, ci sarebbe il problema di tantissimi tifosi senza biglietto per lo stadio. Un gran numero di sostenitori giallorossi, in ogni caso, seguendo anche le raccomandazioni fornite dall'ambasciatore Fabrizio Bucci, sono confluiti nella fan zone riservata ai romanisti, in un parco con lago artificiale che si trova in una zona a sud dello stadio, che dista un quarto d'ora di cammino a piedi. Affollatissimi tutti i punti di ristoro del parco e i locali nelle immediate vicinanze, dove si sentono i tifosi cantare gli inni della squadra giallorossa. Gli stessi, in particolare quelli di Antonello Venditti e Lando Fiorini, che vengono 'sparati' dagli altoparlanti del vero e proprio 'anfiteatro' allestito nel parco e che ha al centro un megaschermo da dove i tifosi potranno vedere la partita. Dopo gli scontri della tarda serata di ieri, finora situazione sotto controllo da parte dell'apparato di sicurezza albanese: sotto un caldo soffocante, pattuglie di polizia, ognuna composta da due agenti, controllano la situazione. 

 

15.43 - Francesco Totti è a Tirana, per la gioia delle migliaia di romanisti che, sempre più, vanno riempendo le vie della capitale albanese, e in particolare quelle della fan zone a loro riservata. L'ex capitano è arrivato poco prima di mezzogiorno, invitato speciale della federcalcio d'Albania, e dall'aeroporto è andato direttamente a un pranzo organizzato dalla federazione stessa a cui hanno preso parte il presidente dell'ente, Armando Duka, e il Premier albanese Edi Rama, tifoso juventino dichiarato ma per questi giorni 'convertitosi' in simpatizzante romanista ("amo l'Italia"), che ha conversato a lungo con Totti. Al pranzo hanno preso parte anche gli altri ex campioni della Roma Aldair, Vincent Candela e Gigi Di Biagio. Dopo pranzo Totti si è recato in albergo, al Plaza, a un paio di centinaia di metri dalla fan zone dei supporter del Feyenoord. Intanto vengono segnalati gli arrivi a Tirana anche di Antonello Venditti, dell'attore Edoardo Leo e dell'ex presidente dei giallorossi Rosella Sensi.

 

15.40 - Il piano sicurezza approntato dalla Prefettura è scattato stamattina alla 7: nelle strade della Capitale verrà replicato il modello adottato con successo per gli Europei dello scorso anno in modo da evitare, o limitare al massimo, qualsiasi problema di ordine pubblico. In totale saranno circa 1000 le forze dell'ordine impiegate. Allo Stadio Olimpico è tutto pronto per l'apertura dei tornelli per accogliere i circa 50 mila tifosi giallorossi che assisteranno su due maxischermi la finalissima. Transennata la fontana di Trevi in vista della finale di Conference League. Centro della città blindato.

 

14.03 - Per consentire il deflusso dei tifosi che seguiranno questa sera la finale di Uefa Conference League tra Roma e Feyenoord attraverso i maxischermi dell'As Roma dello Stadio Olimpico, su richiesta di Roma Capitale, il Comitato Provinciale dell'Ordine e la Sicurezza ha disposto modifiche al servizio di trasporto pubblico della Capitale. Lo rende noto un comunicato. Il servizio diurno e notturno sull'intera rete di superficie di Atac sarà regolarmente operativo salvo diverse disposizioni del Comitato. Anche per la rete metropolitana, il servizio sarà regolare con ultime corse dai capolinea alle ore 23.30. Sospesi i lavori nella tratta Castro Pretorio-Laurentina della metro B che sarà attiva sull'intera linea Rebibbia/Ionio-Laurentina. Ieri invece la Questura di Roma aveva disposto lo stop della rete di bus e tram di Atac e Roma Tpl, su tutto il territorio comunale, dalle 22 alle 3.

13.25 - "Ai romanisti che sono già o stanno arrivando a Tirana e sono senza biglietto della partita, e credo siano tanti, dico di andare nella 'fan zone' a loro riservata, che è un parco praticamente 'sigillato' che si trova a sud dello stadio". A rivolgere questo invito è l'Ambasciatore d'Italia in Albania, Fabrizio Bucci, che si confessa "romano e romanista" e che sarà presente "con la mia sciarpa giallorossa al collo" questa sera all'Arena Kombetare per assistere alla finale di Conference League Roma-Feyenoord: "spero di godermi la partita". Intanto ha approntato in ambasciata "una task force che da due giorni è al lavoro H24 per essere pronti a ogni evenienza e fornire assistenza. Io, per prima cosa, devo assicurarmi che la macchina funzioni". Ma l'Ambasciatore Bucci vuole anche dire qualcosa su coloro, di fede romanista, che sono stati fermati dalle forze dell'ordine o perfino già rimpatriati. "Sono pseudo-tifosi - dice Bucci -. Alcuni di loro ci risulta che siano stati fermati perché hanno tentato di superare il cordone di protezione frapposto dalla polizia in centro. Altri sono stati trovati con coltelli, cric e mazze e allora, parlando da tifoso, dico che questo è sport, e non una battaglia. Chi va alla partita come se andasse in guerra è un delinquente e credo non ci sia altro da aggiungere". C'è il tempo anche di una raccomandazione: "il nostro forte suggerimento alle autorità di qui di non servire alcol in contenitori di vetro è stato ascoltato - dice l'Ambasciatore - ma è già da ieri che girano gruppi di supporter olandesi ubriachi e quando sono in queste condizioni diventano pericolosi, come si è visto ieri sera: fate attenzione"

 

11.24 - Si susseguono dalle 7 di questa mattina all'aeroporto di Fiumicino le partenze per Tirana dei charter con a bordo i tifosi giallorossi che, dagli spalti della National Arena (Arena Kombetare), assisteranno questa sera alla finale della Conference League che la Roma giocherà contro il Feyenoord. A un ritmo di un decollo ogni 30 minuti fino alle 14, orario di partenza dell'ultimo aereo, saranno 12 i voli speciali, tra cui anche quello delle 12 di Ita Airways, che porteranno nella capitale albanese circa 2000 supporter. E' una macchia di colore giallorosso per la presenza al Leonardo da Vinci dei tanti tifosi della Roma con indosso sciarpe, cappellini e maglie della Roma con i nomi dei loro beniamini, tra cui Abraham, Pellegrini e Zaniolo, ma c'è anche chi rende omaggio a Totti e De Rossi, quella che caratterizza questa mattina l'area check-in dei Terminal 1 e 3. Sotto il controllo di sicurezza della Polaria di Fiumicino e assistiti dal personale di scalo di Aeroporti di Roma, i tifosi, in fila davanti ai banchi accettazione, aspettano il loro turno e, tra risate e battute di spirito, intonano di tanto in tanto qualche coro per gridare il loro "Forza Roma". Tante poi le foto dei tifosi e i selfie fatti con i Vip incontrati in partenza per Tirana, tra cui Blanco, canotta bianca e occhiali da sole con lenti nere, e Antonello Venditti che, divertiti per il "caldo abbraccio" ricevuto, sono stati poi scortati fino al gate.

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie