Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. >ANSA-INTERVISTA/ 'Senegal, partner africano vicino all'Italia'

>ANSA-INTERVISTA/ 'Senegal, partner africano vicino all'Italia'

Ambasciatore De Vito:'Intensificare rapporti con Dakar e Africa'

(di Rodolfo Calò) (ANSA) - IL CAIRO, 28 MAG - Con una fra le più numerose comunità africane in Italia, il Senegal ha piani di sviluppo - dalle infrastrutture, all'agroindustria, alla sanità - che possono costituire ulteriori legami di un già intenso rapporto fra i due Paesi. L'Italia del resto "intrattiene con il Senegal ottime relazioni fin dalla sua indipendenza: oltre al dialogo politico, il partenariato per lo sviluppo rappresenta da sempre un asse prioritario della nostra azione in questo Paese, dove operano tantissime organizzazioni della società civile italiana insieme all'AICS/l'Agenzia pubblica di cooperazione allo sviluppo", sottolinea l'ambasciatore d'Italia a Dakar, Giovanni Umberto De Vito, in un'intervista all'ANSA.
    "L'educazione inclusiva, l'agricoltura sostenibile, l'occupazione giovanile, i diritti delle donne e dei fanciulli sono al centro del nostro impegno, con programmi che beneficiano annualmente di consistenti finanziamenti", aggiunge il diplomatico ricordando che "la diaspora senegalese in Italia, i cui primi arrivi risalgono agli anni '80, supera oggi le 110.000 persone, cui si aggiungono decine di migliaia di cittadini italiani di origine senegalese".
    "Stiamo lavorando per coinvolgere sempre più questa comunità nello sviluppo dei rapporti fra Italia e Dakar: imprenditori, artisti, insegnanti, innovatori e startupper rappresentano un ponte ideale fra Italia e Senegal, a dimostrazione che una migrazione legale, circolare e rispettosa dei diritti delle persone porta mutuo beneficio ad entrambi i Paesi", segnala De Vito.
    "Per rafforzare i rapporti di collaborazione con il Senegal", l'Italia "sta puntando negli ultimi anni su due ulteriori direttrici": "la cultura, grazie all'Istituto italiano di Cultura inaugurato nel 2020; e la scienza, la ricerca tecnologica e l'innovazione con l'arrivo di un addetto scientifico in Ambasciata", ha sintetizzato il diplomatico.
    Il Senegal, per "affermarsi come Paese emergente, si sta attrezzando con piani di sviluppo governativi riguardanti le infrastrutture, l'energia, l'agroindustria e la sanità/farmaceutica", ha sottolineato De Vito, ricordando che la sua stabilità politica "ha permesso di porre le basi per la rapida crescita economica degli ultimi anni".
    Per questo "le imprese italiane che intendono affacciarsi al Senegal e all'Africa occidentale troveranno in questo Paese una solida base di operazioni con interessanti opportunità in questi settori chiave, potendo avvalersi dell'assistenza dell'Ambasciata e - presto - anche dell'Agenzia ICE che aprirà una sede a Dakar nei prossimi mesi".
    "L'interesse verso le potenzialità del Senegal dal punto di vista economico, industriale e dei servizi è testimoniato anche dall'invito" che il presidente del Consiglio Mario Draghi "ha rivolto al presidente Macky Sall per intervenire alla ministeriale OCSE sotto conduzione italiana, il 9 giugno prossimo a Parigi", conclude l'ambasciatore. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie