Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Asia
  4. Covid: Cina, a Xi'an test massa e stop ad attività pubbliche

Covid: Cina, a Xi'an test massa e stop ad attività pubbliche

Salgono i casi nel Paese, lockdown per quasi 115 milioni persone

(ANSA) - PECHINO, 06 LUG - Xi'an, il capoluogo dello Shaanxi da 13 milioni di persone e sede dell'esercito di terracotta, ha rilevato negli ultimi due giorni circa 50 casi di sotto variante BA.5.2 di Omicron, spingendo le autorità locali a sospendere le attività in vari luoghi di intrattenimento e grandi eventi, e nei ristoranti per sette giorni.
    La città, che a fine 2021 ha subito un mese di lockdown anti-Covid, è da sabato di nuovo sotto il regime delle "misure di controllo temporanee" per il focolaio emerso in prevalenza tra gli addetti al riciclaggio dei rifiuti. I media statali hanno mostrato le immagini dei residenti di Xi'an in fila per i test di massa dopo la mezzanotte di martedì, rimarcando che la città non era in lockdown, ma mettendo in guardia sulla sottovariante più trasmissibile. "Le infezioni sono tutte BA.5.2 e il lavoro di tracciamento epidemiologico è ancora in corso", ha affermato in un briefing Ma Chaofeng, un funzionario sanitario locale.
    In generale, la Cina sta accusando un aumento di casi, con decine di milioni di persone bloccate negli sforzi di contenimento della diffusione del virus in linea con la politica della 'tolleranza zero'. La Commissione sanitaria nazionale, infatti, ha riferito che martedì sono stati accertati 363 casi di trasmissione domestica, di cui 112 confermati (ben 81 solo nella provincia di Anhui, quella in condizioni più critiche) e 241 portatori asintomatici, di cui 141 in Anhui e 61 nel Jiangsu. Il rialzo dei contagi ha accresciuto i timori che la Cina possa tornare alle dure restrizioni dei mesi scorsi soprattutto a Shanghai dove martedì sono emersi 24 casi, tutti nelle aree di quarantena, di cui 9 confermati e 15 asintomatici.
    I funzionari della città hanno lanciato un nuovo round di test di massa in 9 distretti su 16 dopo un rimbalzo delle infezioni legate a un karaoke.
    La banca nipponica Nomura ha ripreso il suo conteggio, stimando in almeno 114,8 milioni le persone sono in lockdown totale o parziale a livello nazionale a partire da lunedì, quasi il doppio dei 66,7 milioni della scorsa settimana. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie