Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cresce l'export di ortofrutta pugliese, più 623 mln di euro

Cresce l'export di ortofrutta pugliese, più 623 mln di euro

Il dato è relativo ai primi tre mesi del 2023

BARI, 06 febbraio 2024, 11:40

Redazione ANSA

ANSACheck

Ammonta a 623 milioni di euro il valore delle esportazioni del settore ortofrutticolo pugliese nei primi tre mesi dello scorso anno. Un volume di affari che pone la Puglia al terzo posto tra le regioni italiane che più vendono all'estero frutta e verdura. È uno dei dati emersi da Il Sismografo documento realizzato dall'ufficio statistica e studi di Unioncamere Puglia, in occasione di Fruit Logistica, il salone dei prodotti ortofrutticoli freschi che si svolgerà a Berlino da domani e fino al 9 febbraio.
    La ricerca si è basata sul settore pugliese che può contare su 32.552 sedi d'impresa che impiegano 61.139 addetti. Numeri che rendono la Puglia seconda, dopo la Sicilia, in Italia e terza per produzione che si aggira su un milione di tonnellate.
    L'area della regione con maggiore concentrazione di imprese ortofrutticole è la provincia di Barletta- Andria Trani, seguita dal Foggiano, dalla provincia di Brindisi e dalle aree del Leccese che non sono a prevalente vocazione turistica.
    È discreto l'andamento dei bilanci, aggiornato al 2022 e relativo a 536 società di capitali in cui è stato registrato un aumento degli investimenti, pari a 44 milioni di euro, per l'acquisto di terreni, impianti e macchinari. Sono stati in contrazione invece sia i ricavi, a causa dell'aumento dei costi dell'energia, sia la redditività con un calo del risultato operativo (Ebit, cioè ricavi decurtati di interessi passivi e tasse, meno 9 milioni di euro) e degli utili (meno 7 milioni di euro). "La proiezione internazionale delle nostre aziende cresce specie in Germania", dichiara Luciana Di Bisceglie, presidente di Unioncamere Puglia.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza