Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Imprenditoria femminile, numeri in crescita nell'Isola

Imprenditoria femminile, numeri in crescita nell'Isola

Un'azienda su cinque è guidata da una donna

CAGLIARI, 26 gennaio 2024, 18:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il 23% delle imprese in Sardegna è al femminile. Una su cinque è guidata da una donna. Sono imprese dinamiche, flessibili, innovative, digitali, giovani e multiculturali. Le donne sarde prediligono l'autoimprenditorialità e l'autoimpiego, perché meglio si adattano alle esigenze di conciliazione vita-lavoro. È quanto emerso nel corso del convegno "Imprenditoria femminile, tra crisi e rinascita. Strumenti per lo sviluppo", organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Cagliari-Oristano.
    All'incontro sono intervenuti rappresentanti del mondo del lavoro e dell'impresa, esperti dell'Università e di politiche di genere. "Questo nuovo incontro promosso dal Cif - ha detto la presidente Daniela Schirru - ha confermato come, negli ultimi 20 anni, in Sardegna sia aumentata la presenza delle donne nel mondo del lavoro, dal punto di vista quantitativo e qualitativo.
    Le donne si occupano prevalentemente di servizi alla persona, settore nel quale quasi 60 imprese su 100 sono guidate da imprenditrici. Molte imprese femminili gestiscono il delicato campo dell'assistenza sociale, tante sono specializzate nell'abbigliamento e calzature, nella ristorazione, nell'agricoltura e nella cultura. C'è ancora tanto da fare, occorre intervenire per promuovere un cambiamento sociale di livello sistemico e complessivo e favorire la cultura imprenditoriale delle donne quale componente fondamentale del tessuto economico e sociale del nostro territorio. Le imprese sarde - ha detto ancora Schirru nella sua relazione di apertura dei lavori - hanno dimensioni micro e questo agevola la presenza di imprese di donne. Peraltro, l'andamento dell'imprenditoria femminile rappresenta la cartina di tornasole rispetto al più ampio tema del raggiungimento della parità di genere tra uomo e donna. Il nostro impegno - ha concluso - è quello di creare e far funzionare una rete stabile tra le istituzioni, gli esperti in materia e le associazioni di categoria".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza