Economia

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

Lo studio Restore EF mostra miglioramenti della funzione cardiaca e dei sintomi per i pazienti sottoposti a PCI ad alto rischio supportati da Impella.

Evidenze coerenti supportano i benefici della rivascolarizzazione completa su LVEF e sintomi di insufficienza cardiaca

Business Wire

Abiomed (Nasdaq: ABMD) annuncia che i risultati dello studio Restore EF dimostrano che l'intervento coronarico percutaneo (PCI) ad alto rischio supportato da Impella porta a miglioramenti significativi della frazione di eiezione ventricolare sinistra (LVEF), dei sintomi dell'angina e dello scompenso cardiaco al follow-up. Lo studio, pubblicato online il 12 agosto su JSCAI, si basa sul più grande insieme di dati clinici mai raccolto per la PCI ad alto rischio e convalida ulteriormente i benefici in termini di LVEF e qualità della vita associati agli interventi supportati da Impella.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui: https://www.businesswire.com/news/home/20220816005345/it/

Figure 1: 90-Day LVEF Improvement Following Impella-Supported High-Risk PCI

Figure 1: 90-Day LVEF Improvement Following Impella-Supported High-Risk PCI

Restore EF è uno studio prospettico multicentrico che valuta le migliori pratiche della PCI contemporanea, compresa una rivascolarizzazione più completa.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Contatto per i media:
Jenny Leary
Associate Director, U.S. Communications
+1 (978) 882-8491
jleary@abiomed.com

Contatto per gli investitori:
Todd Trapp
Vice President e Chief Financial Officer
+1 (978) 646-1680
ttrapp@abiomed.com

Permalink: http://www.businesswire.com/news/home/20220816005345/it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

Video Economia


Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie