Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. Un libro al giorno
  5. Rizzo-Sommella, Big Tech, gli Ingovernabili

Rizzo-Sommella, Big Tech, gli Ingovernabili

Grandi piattaforme, nuovi monopoli e lotta per concorrenza

 ANDREA MINUTO RIZZO-ROBERTO SOMMELLA ''INGOVERNABILI'' (Luiss, Euro 18,00. Pag. 140). ''Se si volesse spiegare ad un bambino cos'è la transizione digitale, basterebbe dirgli che oggi la più grande azienda manifatturiera (GM) del mondo è la Apple mentre cinquant'anni fa era la General Motors'.
    Ma la differenza è soprattutto nel fatto che la ''mela'' genera dieci volte i profitti che generava la fabbrica di macchine più grande del mondo, ma dando occupazione ad un decimo di persone.
    Una rivoluzione sostanziale, in un mondo che va sempre più verso la divaricazione sociale, che ci raccontano Andrea Minuto Rizzo e Roberto Sommella in ''Ingovernabili'', libro edito da Luiss University Press, che racconta di ''grandi piattaforme, nuovi monopoli e la lotta alla concorrenza''. Nel giorno del via libera definitivo dell'Eurocamera al pacchetto unico digitale ideato per contrastare le pratiche sleali e l'abuso di posizione dominante delle Big Tech sui mercati e imporre alle grandi piattaforme online una maggiore responsabilità sul controllo e la moderazione dei contenuti, il volume aiuta ad orientarsi in questo mondo in cui la conquista di regole è molto faticosa perchè cambiano continuamente gli stessi scenari tecnologici.
    Con la chiarezza limpida che compete ai due autori, il volume ripercorre la storia della nascita delle piattaforme digitali e degli ecosistemi digitali, dando conto anche degli interventi antitrust divisi nella doppia anima locale e globale delle piattaforme che le rende sfuggenti. Poi si cerca di fare luce sulle motivazioni che hanno portato al successo i vari operatori digitali, i più grandi come Amazon, Google, Facebook, Apple, quindi spaziando dalla tecnologia al web ai social, fino a quel grande mercato senza limiti che è Amazon. Rizzo e Sommella ricordano soprattutto che ''particolarmente delicata appare la gestione transfrontaliera del settore digitale. Decisioni prese in una singola giurisdizione impattano, infatti, non solo le piattaforme digitali globali ma anche i rispettivi clienti, siano essi consumatori o imprese, che operano su più paesi''.
    Una soluzione potrebbe essere il dialogo politico congiunto, anche se bisogna sempre capire fino a dove e quanto si possono e devono mettere limiti alle piattaforme che oramai hanno la potenza di stati. ''Trasversalità e flessibilità appaiono essenziali per governare ciò che appare ingovernabile''. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie