Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ad Ascoli concerto per la pace in Ucraina con Requiem di Mozart

Ad Ascoli concerto per la pace in Ucraina con Requiem di Mozart

90 artisti italiani e ucraini da Mariupol al Ventidio Basso

ANCONA, 28 febbraio 2024, 18:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A pochi giorni dal secondo anniversario (tutto iniziò il 24 febbraio 2022) della guerra in Ucraina, la città di Ascoli Piceno ospita un grande concerto sinfonico corale dal titolo "Iustitia et Pax", che è un inno alla pace, alla cultura e all'umanità. L'appuntamento è per venerdì primo marzo, alle ore 21:00, al Teatro Ventidio Basso.
    Da Mariupol, una città ormai distrutta a causa del conflitto bellico, giungono nel capoluogo piceno l'Orchestra da Camera "Reinassance" della Filarmonica di Mariupol e i solisti della Filarmonica nazionale ucraina Karina Kondrashevska soprano, Olha Honcharenko mezzosoprano, Ihor Bondarenko tenore e Serhii Zamytskyi basso. Insieme all'Orchestra sinfonica Puccini di Civitanova (Marche all'opera) e al Coro Ventidio Basso di Ascoli, diretto dal maestro Giovanni Farina, eseguiranno, sotto la direzione del maestro Alfredo Sorichetti, il Requiem in Re minore K 626 che Wolfgang Amadeus Mozart compose (parzialmente) poco prima della sua morte, avvenuta il 5 dicembre 1791.
    Verranno anche eseguite opere di compositori ucraini, che si sono ispirati a musicisti italiani del Settecento e Ottocento, sotto la direzione del maestro Vasily Kryachok.
    Sul palcoscenico del Ventidio Basso saliranno novanta artisti tra orchestrali italiani e ucraini, direttori, coristi e cantanti solisti. "Il Requiem di Mozart - commenta il maestro Sorichetti - è il punto più alto della spiritualità compositiva di Mozart ed è considerato una sorta di suo testamento spirituale. In particolare il brano 'Lacrimosa', quello più struggente e conosciuto, sarebbe stato l'ultimo ad essere composto dal genio di Salisburgo prima di morire. Questo Requiem è un momento di straordinaria commozione e ben si addice, nella drammatica situazione dell'Ucraina, a lanciare un messaggio di pace e di unione i popoli".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza